rotate-mobile
Cronaca

Nuova Darsena intitolata alla poetessa Giovanna Bemporad: anche Sgarbi alla cerimonia

L'iniziativa si svolge a cent’anni dalla nascita della poetessa ebrea nata proprio a Ferrara

Lunedì alle 11 si terrà la cerimonia di intitolazione del Lungo Darsena dedicato alla poetessa Giovanna Bemporad, a cent’anni dalla nascita (Ferrara 1923 - Roma 2013). Il ritrovo è nei Giardini Darsena, nei pressi della piazzetta semicircolare. All'incontro interverranno il presidente della Fondazione Ferrara Arte e sottosegretario di Stato alla Cultura Vittorio Sgarbi, il prefetto Massimo Marchesiello, l'assessore comunale alla Cultura Marco Gulinelli, la presidente dell'Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara Anna Quarzi e Giulio e Caterina Pandolfi, nipoti di Giovanna Bemporad.

Nata a Ferrara da una famiglia ebrea di liberi professionisti, Giovanna Bemporad fin da piccola si appassiona al latino e al greco, studia l’ebraico e il sanscrito. Nel periodo del liceo classico di Bologna si avvicina a intellettuali come Leone Traverso, Carlo Izzo e Mario Praz, nonché amica di Camillo Sbarbaro, Cristina Campo, Margherita Dalmati, Paolo Mauri e Pier Paolo Pasolini, con il quale passa il periodo della guerra nei dintorni di Casarsa. Giuseppe Ungaretti è il suo testimone di nozze.

Vera e propria enfant prodige, a 13 anni traduce l’Eneide in sole 36 notti, dopo due anni le sue traduzioni vengono pubblicate sull’Antologia dell’Epica. Lascia gli studi e si dedica alla poesia. Ne diviene una vestale, controcorrente e anticonformista. Gli “Esercizi”, pubblicati nel 1948, riuniscono i suoi versi accanto alle traduzioni di testi da diverse lingue: Omero e Saffo, Baudelaire, Verlaine, Rimbaud, Valéry, Rilke e Hölderlin fino al “Cantico dei cantici”, tradotto dall’ebraico nel 2006.

Nello stesso giorno, alle 20.30, è prevista una serata al Teatro Comunale Abbado, intitolata "Giovanna Bemporad: una luce nella notte", dedicata alla poetessa nella ricorrenza dei 10 anni dalla scomparsa. Letture di Vittorio Sgarbi, Moni Ovadia, Maurizio Donadoni, Francesca Benedetti, Natasha Czertok, Pierpaolo Pascali dalla raccolta di poesie "Esercizi vecchi e nuovi" di Giovanna Bemporad e brani tratti da alcuni Canti dell'"Odissea" nella traduzione di Giovanna Bemporad.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova Darsena intitolata alla poetessa Giovanna Bemporad: anche Sgarbi alla cerimonia

FerraraToday è in caricamento