rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
La cerimonia / Monestirolo-Marrara

Posata la prima pietra per la riqualificazione del 'Palazzone': "Torna alla comunità"

Presenti alla cerimonia il sindaco Fabbri e gli assessori Lodi e Maggi. I dettagli del progetto

Posata la prima pietra per la progettazione del cantiere di riqualificazione del Palazzone di Marrara. È stato così dato il via all'apertura di un intervento sull'edificio e sugli spazi adiacenti - situati tra piazza Boari e via Cembalina a Marrara - che prevede, nel suo insieme, un investimento di circa 5 milioni e mezzo di euro. Il progetto è mirato a riqualificare e a dare una nuova funzionalità a questo edificio, che ha una valenza di forte identità storica per il territorio.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Il progetto

I lavori previsti dall'amministrazione hanno l'obiettivo di riportare alla loro origine di cuore pulsante della frazione l'edificio e l’area intorno, dando nuovi spazi alle attività commerciali e opportunità operative al settore turistico, in coerenza con le richieste dei residenti. Sarà destinato a tre principali funzioni: ricettiva per accoglienza turistica (con bar, tavola calda, camere e servizi); aggregativa (con sala polivalente e spazi aperti ai cittadini); funzione commerciale (con negozi, uffici) e di servizio alla comunità con uno studio medico.

Una parte del cantiere

Il costo

L'investimento di circa 5.535.000 euro è reso possibile dalla disponibilità di una doppia fonte di finanziamenti. Per le opere che riguardano l'antico Palazzo e l'edificio che fungeva da Magazzino è previsto un progetto del valore di 4.147.000 euro, ottenuti grazie ai finanziamenti europei del Pnrr e che rientrano nel piano complessivo di Rigenerazione Urbana che l'amministrazione eseguirà in numerose altre località del suo territorio. In aggiunta, saranno impiegati anche i fondi del ‘Sisma 2012’ previsti per il miglioramento strutturale dello storico edificio, pesantemente danneggiato dalle scosse, per un ammontare di 1.388.000 euro.

Il sindaco Fabbri e gli assessori Lodi e Maggi alla cerimonia

Il sindaco

“Abbiamo deciso di destinarne una parte dello stabile alla comunità marrarese con una sala polivalente per le attività civiche, ci sarà un ambulatorio medico e lavoreremo con l’Ausl per portare l’infermiere di quartiere in supporto – commenta il sindaco, Alan Fabbri -. Inoltre cercheremo realtà commerciali che possano insediarsi ed è nostra intenzione realizzare nell’ultimo piano una foresteria, che sarà gestita da una società privata, in un’ottica ampia di turismo lento”.

L’assessore

“Questa struttura – conclude Andrea Maggi, assessore ai Lavori pubblici -, caratteristica e centrale per questo paese, contribuirà a fare tornare questa frazione centro pulsante e vitale, con servizi legati al turismo lento, ciclistico e fluviale. Sarà accessibile ed ecosostenibile, con forti punti di identità storica”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Posata la prima pietra per la riqualificazione del 'Palazzone': "Torna alla comunità"

FerraraToday è in caricamento