rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Lavori pubblici

Le lapidi commemorative tornano all'antico splendore: la mappa dei lavori

Il primo lotto contempla la riqualificazione di 19 luoghi. Poi via a cantieri anche nei monumenti

Via al restauro di 19 lapidi commemorative. E’ iniziato lunedì 18 il primo lotto di lavori sui monumenti della città (a Ferrara ne sono stati censiti in tutto 137): di questi, amministrazione ed Anpi hanno selezionato quelle che più di altre hanno necessità di essere pulite e riqualificate.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Il programma

La prima lapide oggetto di intervento è quella riguardante Aladino Govoni in via Ravenna (zona San Giorgio). Nato a Tamara nel 1908, il militare e partigiano italiano fu vittima dell’eccidio delle Fosse Ardeatine il 24 marzo 1944. Il padre, il poeta Corrado Govoni, gli dedicò il poema intitolato ‘La fossa carnaia ardeatina’.

Si proseguirà poi con le altre dedicate alla memoria di Felice Cavallotti, Carlo Mayr, Gaetano Ungarelli, Giorgio Bombonati, Felice Cavallotti, Onofrio Minzoni, Antonio Bottoni, le lapidi della Torre dell’Orologio, Gatti-Casazza, Otello Trentini, Alessandro Frighi, Bartolomeo Picchiati, l’ex Sinagoga, gli operai caduti durante la seconda guerra mondiale, l’incursione aerea del dicembre ‘43, Pietro Nicolini, Cesare Battisti e Giorgio Bombonati.

La mappa degli interventi (Primo lotto)

I lavori

Su quasi tutte si interverrà con la sigillatura della lastra alla parete e l’intervento di pulitura della superficie, con trattamento protettivo e consolidante. Verranno rimarcate le scritte, le incisioni ed aggiunte le lettere mancanti per rendere leggibili i testi ed i nominativi che con il tempo si sono persi. L’importo complessivo di questa prima parte dei lavori (primo lotto) è di 14mila euro. La fine degli interventi è prevista per giugno.

Restauro dei monumenti

Alla programmazione degli interventi di pulizia delle lapidi presto verranno affiancati tra aprile e maggio anche i lavori di restauro del monumento a Garibaldi in viale Cavour, del monumento dei martiri risorgimentali Succi, Malaguti e Parmeggiani di viale IV Novembre e all’acquedotto monumentale di Piazza XXIV Maggio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le lapidi commemorative tornano all'antico splendore: la mappa dei lavori

FerraraToday è in caricamento