rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Politica

La Sinistra per Ferrara e il Partito della Rifondazione Comunista, "fin da subito" a sostegno dell'avvocato Anselmo

Le due formazioni politiche sono intervenute sul tema delle prossime elezioni amministrative

Riceviamo e pubblichiamo:

"A leggere i giornali locali pare che la coalizione che sosterrà l'eventuale candidatura di Fabio Anselmo a sindaco di Ferrara non comprenda forze di sinistra. Probabilmente perché noi del gruppo politico La Sinistra per Ferrara e Il Partito della Rifondazione Comunista-Federazione di Ferrara non siamo rappresentati in Consiglio comunale, alla pari di Sinistra Italiana e del Partito Socialista Italiano, dopo la dimissione della consigliera Deanna Marescotti, che però, a livello nazionale, sono alleati al centrosinistra, a differenza nostra, che non ci riconosciamo in politiche centriste.

Nonostante la scarsa visibilità, nel 2023 abbiamo cercato di creare un fronte unito della sinistra ferrarese in vista delle elezioni amministrative di quest'anno per battere l'attuale Amministrazione di destra e allo stesso tempo differenziarci dalle forze, che precedentemente avevano guidato la città: a tale scopo abbiamo avviato un'interlocuzione con Sinistra Italiana e il Partito Comunista Italiano di Ferrara che, da posizioni diametralmente opposte, hanno dichiarato l'indisponibilità. Abbiamo quindi scelto di partecipare al Tavolo dell'Alternativa 2024, quale indicatore di unità tra le forze d'opposizione, sino a concordare una bozza di testo con contenuti programmatici convergenti. In seguito, al pari di altre forze politiche presenti, abbiamo espresso il nominativo dell'avvocato Fabio Anselmo, come candidato sindaco.

Come forze di sinistra, negli ultimi anni e a prescindere dall'assenza dai tavoli istituzionali, abbiamo svolto e partecipato a varie iniziative politiche assieme a Sinistra Italiana, al Partito Comunista Italiano e anche con il M5S per alcune raccolte di firme, sia a livello nazionale che regionale e non avendo un autenticatore per le stesse, ci siamo affidati alla cortese disponibilità delle consigliere e dei consiglieri comunali dell'opposizione. Abbiamo promosso dei presidi antifascisti, abbiamo espresso la nostra solidarietà e sostegno al centro sociale La Resistenza, infine abbiamo partecipato sistematicamente alle manifestazioni di piazza per i diritti violati di tutte le categorie sociali e di lavoratori e lavoratrici.

Oggi siamo impegnati sul versante dell'assistenza nelle Case residenziali anziani, i Centri socio residenziali e il sistema di convenzione regionale; siamo tra quelli che hanno espresso la loro contrarietà ai Centri di permanenza per i rimpatri e al regolamento sull'assegnazione degli alloggi popolari. Infine, siamo stati fra coloro, che fin da subito, hanno ritenuto che l'avvocato Anselmo, con una squadra rappresentativa delle diverse sensibilità e un programma di reale alternativa, potesse essere il candidato sindaco, capace di battere questa destra (che non riteniamo rappresentativa di una città come Ferrara), quale uomo della giustizia sociale e dei diritti, riconosciuto per il suo impegno a livello locale e nazionale. Queste precisazioni per coloro che per dimenticanza o per disattenzione esprimono affermazioni non veritiere".

La Sinistra per Ferrara
Partito della Rifondazione Comunista Federazione di Ferrara

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Sinistra per Ferrara e il Partito della Rifondazione Comunista, "fin da subito" a sostegno dell'avvocato Anselmo

FerraraToday è in caricamento