rotate-mobile
Sanità

Interventi per fabbisogni sanitari nei territori, via libera dalla Giunta regionale

Dall'acquisto di defibrillatori alle dotazioni tecnologiche dei Cau, le risorse riguardano anche il Ferrarese

Ammontano a 342mila euro le risorse economiche regionali stanziate per l'Ausl di Ferrara. Nel dettaglio, 150mila riguardano l'implementazione e l'adeguamento normativo della distribuzione principale dell'impianto elettrico relativo all'ospedale del Delta di Lagosanto (cofinanziamento regionale), 120mila euro sono destinate all'acquisto di defibrillatori e 72mila euro per completare le dotazioni tecnologiche dei Centri di assistenza urgenza. L'Azienda ospedaliera universitaria, invece, riceverà 450mila euro per rinnovare le tecnologie biomediche per radioterapia, diagnostica per immagini e area assistenziale (cofinanziamento regionale).

Sono le nuove risorse che la Giunta della Regione Emilia-Romagna ha stanziato per una serie di interventi di riqualificazione funzionale del patrimonio edilizio, impiantistico e tecnologico del Servizio sanitario regionale. A essere coinvolte, tutte le Ausl dell'Emilia-Romagna. Infatti, 9,2 milioni di euro sono risorse regionali e 3,3 milioni di euro delle Aziende sanitarie: serviranno a implementare e migliorare l'offerta sanitaria e assistenziale in un quadro di sostenibilità economico-finanziaria.

"I fabbisogni sanitari - hanno spiegato il presidente della Regione Stefano Bonaccini e l'assessore alle Politiche per la salute Raffaele Donini - cambiano, e occorre intervenire per migliorare l'offerta di cura e assistenza per le nostre comunità, tenendo anche conto della sostenibilità economico-finanziaria del Servizio sanitario regionale. In mancanza di risorse statali, ancora una volta è la Regione a intervenire, grazie anche a risorse proprie provenienti da ripiano dello sfondamento del tetto di spesa farmaceutica ospedaliera".

Bonaccini e Donini hanno aggiunto che "da tempo, ormai, le risorse destinate alla sanità pubblica sono inadeguate e sono le Regioni a farsi carico di investimenti che mantengano alti i livelli dei servizi erogati. Non ci tiriamo indietro, ma serve un cambio di passo. Parte delle risorse che la Regione ha stanziato sono destinate ai Centri di assistenza e urgenza, che stanno aprendo in queste settimane in tutto il territorio: è un modello innovativo di sanità su cui investiamo convintamente anche dal punto di vista della strumentazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Interventi per fabbisogni sanitari nei territori, via libera dalla Giunta regionale

FerraraToday è in caricamento