rotate-mobile
Politica / Centro Storico / Via Giuseppe Mazzini

Sicurezza in via Mazzini, Ferraresi (Gruppo Misto): "Fabbri si attivi per rendere vivibile la zona"

La consigliera attacca l'amministrazione: "Residenti e commercianti chiedono tranquillità"

Parola d’ordine: sicurezza. Il termine che ha trainato, di fatto, la campagna elettorale della Lega ora è presa in prestito dall’opposizione per sottolineare quello che sembra essere un problema non di poco conto. Ovvero la tranquillità di via Mazzini, che dopo il tramonto conta nodi di ordine pubblico, con schiamazzi, risse e atti di vandalismo.

E così, a cogliere la palla al balzo è Anna Ferraresi (Gruppo Misto), che si rivolge direttamente al sindaco e all’assessore competente (in questo caso Nicola Lodi, in quanto quello con la delega alla sicurezza) per chiedere che la situazione venga in qualche modo affrontata: “Vorrei capire – spiega la consigliera di opposizione - quali interventi reali e fattibili si intendano adottare al fine di rendere vivibile e sicura via Mazzini. Questo perché i residenti, passanti, negozianti, lavoratori dei negozi e locali notturni possano vivere il più possibile tutelati in termini di salvaguardia nelle vostre disattese propagande elettorali”.

Il tutto scritto nero su bianco in una interpellanza in cui viene specificato che il degrado di quella porzione di città sarebbe stato segnalato dagli stessi residenti e negozianti. Ma non è tutto. Perché Ferraresi attacca politicamente l’amministrazione anche in relazione alla situazione di via delle Chiodare: “La mozione è stata bocciata in sede di votazione – conclude -, ciò a significare la totale indifferenza dei consiglieri di maggioranza al problema ‘sicurezza’ segnalato dai cittadini”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza in via Mazzini, Ferraresi (Gruppo Misto): "Fabbri si attivi per rendere vivibile la zona"

FerraraToday è in caricamento