rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Ambiente

Interno Verde, per la prima volta nella storia il festival coinvolge 5 città

Oltre a Ferrara (e Parma, Piacenza e Mantova), è previsto il debutto a Vicenza

Il festival Interno Verde, ideato a Ferrara nel 2016, attraversa il confine fisico e simbolico del fiume Po e raggiunge il Veneto. Quest'anno, per la prima volta si aggiungerà alle edizioni ormai consolidate un nuovo appuntamento, per scoprire in primavera i meravigliosi giardini segreti di Vicenza.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

"Nove anni fa non potevamo immaginare che saremmo cresciuti così tanto", hanno raccontato gli organizzatori Licia Vignotto, Riccardo Gemmo, Giulia Nascimbeni e Giacomo Lodi, aggiungendo che "ci siamo dedicati a questo evento mossi dalla curiosità personale. Volevamo conoscere la natura che si intravede passeggiando lungo le strade di Ferrara, che spunta in forma di fronde e piante rampicanti oltre i muri che caratterizzano il vecchio nucleo medievale, e che ogni tanto capita di sbirciare attraverso i portoni degli eleganti palazzi rinascimentali. Ci siamo resi conto che questo desiderio era condiviso da tantissime persone. Per questo coinvolgere e farci coinvolgere da altri territori è stato spontaneo, un'evoluzione che ci richiede molto impegno, ma allo stesso tempo ci regala sorprese e soddisfazioni".

Le date dell'edizione 2024 sono appena state lanciate, e al sito web di Interno Verde è già possibile iscriversi, scegliendo la città preferita. I weekend che gli amanti di roseti, orti, labirinti di siepi e alberi secolari devono appuntare in agenda sono cinque. Interno Verde sarà a Parma il 27 e il 28 aprile, a Piacenza l'11 e 12 maggio, a Mantova il 6 e il 7 luglio, a Ferrara il 14 e il 15 settembre, a Vicenza il 28 e il 29 settembre. Interno Verde è patrocinato dalla Regione Emilia-Romagna, dal Comune e dall'Università degli studi di Ferrara, dall'Associazione italiana Architettura del paesaggio, dall'Associazione nazionale pubblici giardini, dall'Associazione parchi e giardini d'Italia. 

"Ferrara - hanno evidenziato gli organizzatori - resta la casa di Interno Verde. Non solo perché hanno sede qui Ilturco, l'associazione che ha inventato l'iniziativa, e la cooperativa no profit creata successivamente per consolidare la gestione dell'evento. Resta la casa del festival perché vanta un patrimonio di giardini urbani più unico che raro, e perché qui tutto è nato e tutto potenzialmente può nascere. Spesso sono gli stessi abitanti a dipingerla come uno spazio chiuso. In realtà, questo almeno è quello che abbiamo imparato dalla nostra esperienza, è un luogo ideale per sperimentare e innovare. A breve, il 21 marzo, verrà lanciata una nuova realtà, Interno Verde Mag: una redazione di studenti e giovani professionisti che avrà sede sempre in via del Turco 39 e si occuperà delle tante declinazioni che assume la natura in città. Il progetto è promosso dalla Regione Emilia-Romagna, siamo molto curiosi di vedere che forma avrà e quale percorsi potrà intraprendere".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Interno Verde, per la prima volta nella storia il festival coinvolge 5 città

FerraraToday è in caricamento