rotate-mobile
Mondo digitale

Amministrazione pubblica digitale, Ferrara tra i primi posti per servizi online

I dati sono stati snocciolati dall'Agenda Digitale della Regione Emilia Romagna: i dettagli

Record di servizi online per l’amministrazione. A dirlo il report ‘Agenda Digitale Rer: analisi comparativa dell’innovazione nella Pubblica Amministrazione locale’ che fa emergere come Ferrara, nel 2023, abbia raggiunto l’indice maggiore di servizi. E’, infatti, risultata la città più presente digitalmente (con 264 servizi complessivi e 173 di competenza comunale) e quella con più piattaforme proprie online (63,6%). È stata, inoltre, quella, in tutta la Regione, con la maggiore interattività (72,6%).

Il sindaco

“Tra gli obiettivi di mandato – spiega il sindaco, Alan Fabbri -, forte attenzione è stata data fin dall'inizio all’innovazione digitale. Partendo da un livello pari allo zero, ora è ben avviata e questo report regionale lo conferma. Oltre alla realizzazione del nuovo Sportello telematico polifunzionale, in quattro anni l’amministrazione comunale ha implementato i servizi digitali rivolti al cittadino e ha compiuto la migrazione di dati dal vecchio sito del Comune”.

I dati

Come detto, quanto ai servizi online, Ferrara è la più presente in Regione, con 173 servizi di competenza comunale e 264 servizi interattivi complessivi per cittadini e imprese su base comunale. Alle ultime posizioni sono invece Zerba (in provincia di Piacenza) con 33 servizi di competenza comunale, e Montegridolfo (provincia di Rimini) con 133 servizi online complessivi.

Tipologia di offerta

Quanto alla tipologia d’offerta, secondo lo studio aumentano notevolmente i servizi digitali per l’edilizia residenziale, grazie in modo particolare alla piattaforma regionale Lepida (Edilizia e Urbanistica nel 2022 era al 24,09%, nel 2023 si attesta al 51,71%, con un aumento del 27.62%), come aumentano anche i servizi digitali di anagrafe e stato civile (dal 24,95% del ‘22 al 30,32% nel ‘23).

Diminuiscono lievemente (del 4,08%) i servizi digitali della sanità, con la disattivazione di quelli attivati durante la pandemia, e i servizi digitali connessi alla gestione di appalti e contratti con la Pubblica amministrazione, a livello percentuale (nel senso che sono stati attivati nuovi servizi digitali, ma non coprono integralmente il territorio regionale).

Tra tutti, Ferrara evidenzia la percentuale più elevata anche per le piattaforme autonome (63,6%), ovvero realizzate dagli enti stessi o acquistate sul mercato. Inoltre, raggiunge l’indice maggiore di interattività dei servizi comunali (72,6%) - ovvero l’attivazione di servizi online per le fasi di presentazione domanda o pagamento dei procedimenti amministrativi di competenza comunale -, come anche il numero maggiore di procedimenti con tutte le fasi attive online (86 procedimenti).

Anche per quanto riguarda l’utilizzo di App informative ed interattive, Ferrara si attesta tra le più fornite, rientrando nel range più alto, ovvero tra le 16 e le 38 App locali attive nel 2023. Il valore medio regionale nello scorso anno è di 3,76 App (era 2,87 nel 2022).

In totale, nel 2023 sono state rilevate 350 App informative e interattive afferenti ad attività, iniziative, luoghi e servizi legati al territorio emiliano-romagnolo. Quelle connotate da una ‘peculiarità locale’ sono 281 e sono sia di origine pubblica che privata. In prevalenza riguardano i temi trasporti e mobilità, turismo e cultura, luoghi e servizi locali, e hanno scopo informativo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amministrazione pubblica digitale, Ferrara tra i primi posti per servizi online

FerraraToday è in caricamento