rotate-mobile
Società

Stipendi dei lavoratori dipendenti, Ferrara è 74esima in Italia: ecco dove si guadagna di più

La nostra provincia è fanalino di coda in regione. E il dato medio è in calo rispetto al 2019

Ultima in regione, 74esima in Italia. Qualcuno direbbe che, in fin dei conti, non c’è molto da stupirsi. E forse ha pure ragione. Ferrara è fanalino di coda in Emilia-Romagna per reddito da lavoro dipendente pro capite. Tradotto: i dipendenti della nostra città sono pagati pochino, ben al di sotto della media nazionale, ben al di sotto di quella regionale.

A stilare la graduatoria è un’elaborazione del Centro Studi Tagliacarne sulle voci (retribuzioni lorde, retribuzioni in denaro, retribuzioni in natura, contributi sociali a carico dei datori di lavoro, contributi sociali effettivi a carico dei datori di lavoro, contributi sociali figurativi a carico dei datori di lavoro) che compongono il reddito disponibile a prezzi correnti. E c’è di più. Perché la stessa analisi è stata condotta anche confrontando l’ultimo dato disponibile (2021) con quelli precedenti (2020 e 2019). E Ferrara rimane sempre lì: a guardare più o meno tutti dal basso.

Ma andiamo con ordine e concentriamoci sul 2021. Ferrara, come detto, è 74esima in Italia (su 107 province) con 7.855,44 euro. Questo, in soldoni (anzi, soldini), è lo stipendio medio di un lavoratore dipendente estense. A primeggiare in Italia è Milano, con 30.464,86 euro. Ma è una realtà fuori contesto, perché al secondo posto Bolzano è staccatissima, con 18.942,08 euro. Poi, però, sul terzo gradino del podio si trova Bologna (18.628,65 euro): città comunque vicina, quindi già maggiormente paragonabile. L’ultima in assoluto, ad onor di cronaca, è Rieti, con 3.317,55 euro.

E le altre emiliano-romagnole? Tutte davanti a noi, si diceva. E, tra l’altro, quattro in ‘top 10’. Dopo Bologna, scendendo, si trova Parma (quarta, 18.175,33 euro), Reggio Emilia (quinta, 16.912,12 euro), Modena (ottava, 16.572,83 euro), Forlì-Cesena (18esima, 14.002,18 euro), Ravenna (31esima, 12.133,57 euro), Piacenza (39esima, 11.564,83 euro) e Rimini (58esima, 9.469,21 euro). E non è finita qui.

Perché, come anticipato, l’indagine prende in esame gli ultimi tre anni. E dal 2019 al 2021 la situazione di Ferrara è addirittura peggiorata: -0,4%. Nell’ultimo anno pre-pandemia, infatti, lo stipendio medio era di 7.887,60 euro, poi nel 2020 è sceso a 7.302,65 euro, per risalire nel 2021 ai già citati 7.855,44 euro. Non abbastanza, però, per tornare al livello pre-Covid. E, comunque, decisamente distante non solo dal vertice, ma anche solo dalle altre realtà regionali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stipendi dei lavoratori dipendenti, Ferrara è 74esima in Italia: ecco dove si guadagna di più

FerraraToday è in caricamento