rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
L'indagine

Incidenti mortali per i ciclisti, Ferrara seconda in regione con 6 vittime

Calano i feriti. Le cause più frequenti? Precedenze non rispettate e guida distratta

Ferrara territorio pericoloso per i ciclisti. E i dati confermano un trend in salita, almeno per quanto riguarda gli incidenti mortali che coinvolgono le due ruote a pedali. Numeri che, tra l’altro, si avvicinano a quelli del 2019, ultimo anno preso in considerazione prima dell’emergenza pandemica che – almeno per un biennio – ha limitato la circolazione stradale dei veicoli.

Gli incidenti mortali

Secondo quanto riportato dall’Osservatorio per l'educazione alla sicurezza stradale, nel 2022 i ciclisti deceduti sulle strade della provincia di Ferrara sono stati 6 (tra cui quello di Manuel Lorenzo Ntube). Un peggioramento, come si diceva, rispetto agli anni della pandemia. Nel 2021, infatti, i decessi furono 4, mentre nel 2020 tre. Per tornare ad un dato addirittura peggiore serve risalire al 2019, quando a perdere la vita furono 7 persone.

I feriti

Discorso leggermente diverso, invece, per quanto riguarda i feriti. Qui, l’andamento è altalenante. Sempre procedendo a ritroso, nel 2022 i ciclisti rimasti contusi sono stati 186, contro i 216 dell’anno precedente. Nel 2020 nuova flessione – anche e soprattutto causa lockdown – con 136 feriti: nel 2019, invece, furono 245 (record dell’ultimo quadriennio).

Il confronto regionale

Ferrara città delle biciclette, certamente. Ma anche tremendamente fatale per chi le guida. Già, perché i 6 morti del 2022 collocano la nostra provincia al non invidiabile secondo posto regionale, dietro a Ravenna (8 decessi). Dietro, tutte le altre, a partire da Modena (5), per proseguire con Piacenza (4), Forlì-Cesena 3, Reggio Emilia 2, Parma e Rimini 1.

Le cause

Secondo i dati Istat – sempre riferiti al 2022 -, la prima causa di incidenti in città (a Ferrara sono l’88% del totale) è il mancato rispetto delle regole di precedenza o del semaforo (16,3%), seguita dalla guida distratta (12,7%). Al di fuori delle arterie urbane, invece, il nodo è la guida distratta o l’andamento indeciso (15%), seguita dalla velocità (13,7%).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidenti mortali per i ciclisti, Ferrara seconda in regione con 6 vittime

FerraraToday è in caricamento