rotate-mobile
Gioco d'azzardo

Azzardo, Ferrara 'oasi' in Regione (con l'eccezione Comacchio). Ma il trend è in crescita

Siamo fanalino di coda in Emilia Romagna, con 214 milioni di euro: tutti i dati delle giocate

Poco gioco d’azzardo. E’ il dato (riferito al 2022), positivo senza dubbio, che emerge dall’indagine ‘Pane e azzardo: il sorpasso possibile’: un focus condotto da Federconsumatori, Cgil e la Campagna Mettiamoci in gioco dell’Emilia Romagna. Ferrara, dunque, oasi tutto sommato serena (ad esclusione di Comacchio). Ma andiamo con ordine.

L’eccezione di Comacchio

Quella ferrarese la provincia dell’Emilia-Romagna dove si gioca di meno, a tutte le forme dell’azzardo. Sono dati coerenti con le province del Veneto, in particolare con la vicina Rovigo, che è la provincia italiana dove si è giocato di meno nel 2022.

L’eccezione è invece Comacchio, storicamente una delle maglie nere in Regione per l’eccessiva presenza di sale slot. Pur non registrando dati vistosi nel gioco online, la città lagunare supera i 4.000 euro pro capite complessivamente, facendo colorare di rosso la mappa delle crisi d’azzardo, in una provincia complessivamente virtuosa.

Le spese totali

Quanto si spende nell’azzardo? Ferrara è fanalino di coda in Regione con ‘appena’ 214.452.488 euro giocati. Nel 2021 furono 208.266.559 euro: in dodici mesi, quindi, si è avuta una crescita del 3,2%. Comunque tanti? Certamente, ma c’è chi fa molto peggio. A salire troviamo, infatti, Piacenza (266 milioni), Rimini (310 milioni), Forlì-Cesena (318 milioni), Ravenna (340 milioni), Parma (373 milioni), Reggio Emilia (446 milioni), Modena (644 milioni) e Bologna (oltre 1 miliardo di euro).

I conti attivi

Siamo ultimi ovunque. Ma, come detto, questa è una bella notizia. Nella provincia di Ferrara sono attivi 52.179 conti (di cui 23.606 giocanti), contro ad esempio i 129.642 di Forlì-Cesena e i 193.023 di Bologna. In media, annualmente, sono 3.991 gli euro raccolti in questi conti, contro i 5.180 euro di Ravenna (maglia nera in Regione).

Giocata

Anche a livello di giocata procapite online (con utente di età compresa tra i 18 e i 74 anni) siamo in fondo alla graduatoria, con 884,99 euro. Sopra, vi sono Forlì-Cesena (1.139 euro), Parma (1.153 euro), Reggio Emilia (1.181 euro), Ravenna (1.238 euro), Rimini (1.267 euro), Modena (1.278 euro), Piacenza (1.313) e Bologna (1.496 euro).

I singoli Comuni

Dati Comuni della provincia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Azzardo, Ferrara 'oasi' in Regione (con l'eccezione Comacchio). Ma il trend è in crescita

FerraraToday è in caricamento