rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Vigili del fuoco

Prevenzione incendi, via alla 'fase di attenzione': le regole da seguire

Il vademecum per gli abbruciamenti estivi e le raccomandazioni ai Comuni

Allerta roghi. Dal primo luglio al 17 settembre, infatti, l’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la Protezione Civile dell’Emilia Romagna ha attivato la cosiddetta fase di attenzione per tutti gli incendi boschivi, potenzialmente letali nella stagione più calda dell’anno.

Durante questo periodo, quindi, “le attività di abbruciamento di residui vegetali derivanti dai lavori agricoli e forestali in prossimità di boschi, di castagneti da frutto, di tartufaie controllate e coltivate, di pioppeti, di impianti di arboricoltura da legno, di terreni saldi e di terreni saldi arbustati o cespugliati, o a distanza minore di 100 metri dai loro margini esterni – si legge nel documento -, sono consentite in assenza di vento e solo in mattinata fino a che perdurano condizioni ottimali di umidità. I fuochi dovranno comunque essere spenti entro le 11”.

La stessa Agenzia ha invitato anche i Comuni e le loro Unioni ad attivare sul territorio le opportune azioni in materia di prevenzione ed informazione sui fattori di rischio per i roghi, anche mediante interventi mirati alla salvaguardia del patrimonio boschivo ed alla manutenzione delle aree limitrofe, con particolare attenzione alla prossimità di aree abitate o con insediamenti urbani.

E’ bene, comunque, ricordare che in caso di incendio, il numero di soccorso dei vigili del Fuoco è il 115. Per la segnalazione di illeciti e comportamenti a rischio roghi il numero è il 1515. Infine, il numero verde regionale per il preavviso di accensione fuochi è l’800.841.051.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prevenzione incendi, via alla 'fase di attenzione': le regole da seguire

FerraraToday è in caricamento