rotate-mobile
Amministrazione

Case popolari, nella nuova graduatoria gli italiani sono il 72%: "Anziani al 50%"

Soddisfazione del sindaco: "Criteri di buon senso sono efficaci, attenzione alle fragilità"

Una graduatoria che per le prime 100 posizioni vede l'assegnazione di case popolari a nuclei italiani nel 72% dei casi, e per il 50% ad anziani. Inoltre, figurano anche 41 famiglie in condizioni di fragilità e 28 nuclei al cui interno è presente una persona con disabilità.

Sono questi i dati che emergono dalla pubblicazione della 34esima graduatoria definitiva di assegnazione delle case popolari. Nel dettaglio le domande inserite nella stessa sono 975. Di queste quelle ammesse sono 913, che vedono la presenza fra i richiedenti di 522 italiani (il 57% del totale), 583 famiglie, 242 single under 65, 110 nuclei fragili, 104 con disabili e 88 anziani. Il richiedente più giovane è una ragazza di 19 anni, mentre il più anziano è una donna di 92 anni.

“Anche questa nuova graduatoria esprime fortemente i criteri di assegnazione che abbiamo voluto introdurre – spiega il sindaco, Alan Fabbri -: priorità ai ferraresi e a chi da più tempo vive e lavora sul nostro territorio, attenzione puntuale alle esigenze delle persone con più necessità o che vivono situazioni di maggiore fragilità, esigenze intercettate anche con l'istituzione di graduatorie speciali”.

Con la graduatoria definitiva Erp, sono state approvate anche le nuove graduatorie speciali, che vedono l'inserimento di 7 famiglie con genitori separati o divorziati con affido anche condiviso dei figli, 5 nuclei monogenitoriali con figli minori fiscalmente a carico e 18 nuclei in cui sono presenti anziani over 65.

Con questa pubblicazione si concludono le assegnazioni della graduatoria numero 33. Quest’ultima ha dato come risultato la consegna delle chiavi a circa un centinaio di famiglie in condizioni di fragilità: fra queste rientrano 33 nuclei anziani, 19 famiglie - di cui 13 nuclei monogenitoriali e 4 con situazione di genitori separati o divorziati con affido congiunto - e 22 single under 65.

Contatti

Le famiglie assegnatarie saranno contattate da un operatore dello Sportello sociale casa, la cui sede è stata collocata presso l'assessorato ai Servizi alla persona di corso Giovecca, all'interno della Casa della Salute San Rocco. Le posizioni ammesse in graduatoria con riserva devono essere regolarizzate attraverso la presentazione della documentazione mancante.

Ciò potrà avvenire direttamente presso lo Sportello Sociale Casa (previo appuntamento da concordare allo 0532.230367 o allo 0532.230311, oppure al 338.7170465) o mediante inoltro via Pec (affarigenerali@acerferrara.legalmail.it), via email (info.assegnazioni@acerferrara.it) o presso Acer.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case popolari, nella nuova graduatoria gli italiani sono il 72%: "Anziani al 50%"

FerraraToday è in caricamento