rotate-mobile
Carabinieri / Argenta

Furto in appartamento, per sfuggire alla cattura i ladri si nascondono in bagno

Ad avvertire i carabinieri è stato un vicino di casa che ha notato la luce di una torcia

Un classico furto in appartamento, poi la fuga in bagno. Ma i ladri sono finiti in manette. L’episodio in questione risale alla sera di lunedì, quando un cittadino di Argenta ha segnalato ai carabinieri di aver visto la luce di una torcia muoversi all’interno di un’abitazione.

Giunti sul posto, i militari hanno trovato la porta d’ingresso forzata. All’interno, poi, hanno sorpreso due uomini (entrambi ravennati) che, per sfuggire alla cattura, si erano nascosti in bagno. Approfondendo il controllo, i carabinieri hanno trovato parcheggiato poco distante un piccolo camioncino, con il quale i due malviventi erano arrivati.

Il materiale ritrovato dai carabinieri

All’interno del mezzo, erano presenti due torce a batteria, due paia di guanti e una cesoia da 70 centimetri, presumibilmente appena utilizzata per tranciare la catena in acciaio posta a protezione della porta d’ingresso. I due, come detto, sono stati arrestati per tentato furto in abitazione in concorso e, su disposizione del Pubblico Ministero presso la Procura estense, posti agli arresti domiciliari. Mercoledì mattina, il giudice ha convalidato l’arresto e confermato la misura degli arresti domiciliari sino al 15 dicembre: in quella data, si terrà l’udienza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto in appartamento, per sfuggire alla cattura i ladri si nascondono in bagno

FerraraToday è in caricamento