rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Sanità / Argenta

Funzionamento dei Cau, all'incontro circa un centinaio di persone

Iniziata la formazione dei medici che vi operano per la cura dei pazienti pediatrici

Il funzionamento dei Centri per l'assistenza all'urgenza, con particolare riferimento a quelli presenti nel distretto sociosanitario Sud Est, è stato oggetto di un incontro nel pomeriggio dello scorso mercoledì 24 gennaio, ad Argenta. Un appuntamento organizzato dai Comitati consultivi misti, insieme ad Ausl e Comune. All'incontro con un pubblico in sala di circa un centinaio di persone, erano presenti Francesca Ventura, presidente del Comitato consultivo misto Sud Est, Cesare Guzzon, vicepresidente del Comitato Sud Est e presidente dei Comitati consultivi regionali, la direttrice del distretto Rita Maricchio, il direttore del dipartimento di Cure primarie Franco Romagnoni e la direttrice assistenziale dell'Azienda Marika Colombi.

Nell'introduzione, Ventura e Guzzon hanno definito i Comitati consultivi misti, come organismi di consultazione di cui fanno parte esponenti del mondo del volontariato sociosanitario, espressi dalle loro associazioni, delle parti sociali, delle Amministrazioni pubbliche, oltre a professionisti nominati dalle Aziende sanitarie. Organismi, con il compito, previsto da normativa, di vigilare sulla qualità dei percorsi e dei servizi sociosanitari, formulando pareri e suggerimenti per le Aziende. E' stata sottolineata la funzione dei Cau, in relazione alle prestazioni che vi vengono effettuate. Il direttore Romagnoni, illustrando la funzione dei Cau e le prestazioni che vengono effettuate, ha ricordato che in provincia è attivo quello di Ferrara da quasi un anno e mezzo, con 12mila prestazioni eseguite, attualmente aperto H16. Il Cau di Copparo è invece aperto H12. I due Cau del distretto Sud Est sono quello di Comacchio, aperto H12, e quello di Portomaggiore, dal 17 novembre con attuale apertura H6.

Romagnoni e Colombi hanno ribadito che ci si può recare ai Cau per problemi di salute urgenti, ma non gravi, cioè di bassa complessità. "Al Cau - hanno spiegato - si viene presi in carico per le medesime problematiche, con un tempo di attesa medio di 90 minuti, a fronte di diverse ore nei Pronto soccorso. E in più, si evita di intasare i Ps che devono affrontare i casi di maggior complessità e in emergenza". Un servizio non certo alternativo, ma in integrazione con quello dei medici di Medicina generale. E' stato inoltre illustrato che i medici che operano nei Cau hanno iniziato proprio mercoledì 24 gennaio la formazione per poter curare anche pazienti pediatrici. In conclusione, il sindaco di Argenta Andrea Baldini ha evidenziato l'importanza di queste strutture, nate come servizi aggiuntivi e non sostitutivi rispetto all'esistente, annunciando un evento previsto per il 13 febbraio, in cui invece si farà il punto sull'ospedale di Argenta, dal punto di vista sia strutturale sia dei servizi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Funzionamento dei Cau, all'incontro circa un centinaio di persone

FerraraToday è in caricamento