rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Politica / Portomaggiore

Sale d'attesa inutilizzabili, Bergamini (Lega) alla Regione: "Servono fondi"

L'esponente del Carroccio insiste sul miglioramento della gestione delle stazioni

“Come sempre, la Regione dice di incentivare il trasporto pubblico locale, promettendo esenzioni e sconti, poi lascia in difficoltà le aziende dei trasporti, privandole dei fondi necessari alla gestione delle sale di attesa. Si tratta di una grave mancanza, che penalizza i viaggiatori e disincentiva l’uso dei treni”.

Il consigliere regionale della Lega, Fabio Bergamini, torna alla carica sulla questione del trasporto pubblico locale. Lo fa dopo essere intervenuto, settimane fa, sulle “opinabili scelte dell’esecutivo dell’Emilia-Romagna di cancellare le piccole stazioni lungo le tratte di competenza (si veda il caso di Zerbinate)”, senza aprire nessuno spiraglio ad ipotesi alternative, come un servizio di ‘fermate a chiamata’.

“Ora, alcuni amministratori locali chiedono che si faccia il possibile per rendere funzionali e fruibili gli spazi di attesa per i viaggiatori, che sono pressoché inutilizzabili lungo tutte le tratte regionali sul suolo ferrarese. Un problema – dice Bergamini – perché oggi le stazioni sono luoghi sguarniti di molte figure presenti in passato, che operavano in biglietterie e uffici di informazioni, garantendo una forma di controllo sociale. L’automazione dei servizi ha reso questi luoghi isolati e spesso insicuri, specie nelle ore serali”.

Bergamini ha pronta un’interrogazione da depositare in viale Aldo Moro, in cui chiedere alla Regione “i fondi necessari per rendere pienamente fruibili e sicure le sale d’attesa delle stazioni. Si tratterebbe di un segnale di attenzione verso lavoratori, anziani e studenti che utilizzano il trasporto pubblico”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sale d'attesa inutilizzabili, Bergamini (Lega) alla Regione: "Servono fondi"

FerraraToday è in caricamento