rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Lavoro / Zona industriale-Diamantina / Piazzale Guido Donegani

Nodo Petrolchimico e salari bassi, la Fiom estende lo sciopero di venerdì a tutta la giornata

Il presidio si svolgerà davanti al Polo chimico, al piazzale Donegani

Sullo sfondo, una pericolosa concomitanza di variabili come la guerra in Ucraina, le sanzioni e le ripercussioni nei settori industriali e nell'aumento del costo della vita. In primo piano, un contesto territoriale dove la ripresa economica non s'intravede. Una fotografia di una situazione che preoccupa la Fiom. Il direttivo del sindacato, pertanto, ha deciso di estendere a otto ore, per l'intera giornata di venerdì, lo sciopero già indetto dalla Fiom Emilia Romagna.

 "Nelle scorse giornate - spiega Giovanni Verla, segretario provinciale Fiom - il gruppo Stellantis ha annunciato alla VM di Cento la fine della produzione del motore diesel per l'automotive, senza ragionare di transizione e senza prevedere nessun prodotto in sostituzione, con un rischio di perdita di quasi 300 posti di lavoro sul sito centese. Nel Polo chimico le scelte di Eni di chiudere l'impianto cracking a Porto Marghera unitamente al fermo produttivo di Yara per l’incremento dei costi del metano rischiano di condannare all'irrilevanza un sito produttivo come quello di Ferrara, nel quale le numerose aziende di costruzione e manutenzione meccanica impegnate nel sistema degli appalti stanno già da mesi procedendo a ridurre gli organici impiegati, inviando i lavoratori in trasferta in altri siti sul territorio nazionale dove invece vi sono investimenti da parte delle multinazionali chimiche insediate".

Un quadro sconfortante, davanti al quale la sigla sindacale regionale avanza alcune proposte. Dalla prosecuzione del rinnovi dei contratti con l’obiettivo di definire aumenti attraverso quote di salario consolidato o fisso, alla tutela della condizione di chi si trova in cassa integrazione. Fino all'estensione della contrattazione aziendale, "utilizzando per l’anno 2022 anche quote di salario detassato (buoni benzina, rimborso di spese per energia), avvalendosi delle norme introdotte dal Decreto Aiuti-Bis in termini di welfare". 

A livello provinciale, inoltre, la Fiom segnala che "dopo la chiusura di rinnovi contrattuali importanti come in Berco e Sagom Tubi, nelle prossime settimane inizieranno le contrattazioni in Lte Toyota, ZF e For". L'appuntamento, dunque, rivolto alle lavoratrici e ai lavoratori metalmeccanici della provincia, è al presidio che si svolgerà a partire dalle 9, davanti al Polo chimico, in Piazzale Donegani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nodo Petrolchimico e salari bassi, la Fiom estende lo sciopero di venerdì a tutta la giornata

FerraraToday è in caricamento