rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Patrimonio immobiliare

Studentato all'ippodromo, ok della Regione: "Biblioteca intitolata ad Aldrovandi"

Il progetto di Unife ha ottenuto il via libera dagli uffici di viale Aldo Moro: i dettagli

Poco meno di 800 nuovi posti letto da realizzare a Bologna, Modena, Ferrara e Parma per dare ospitalità agli studenti fuori sede, in possesso dei requisiti economici e di merito richiesti, iscritti agli Atenei emiliano-romagnoli. A questi, in presenza di ulteriori risorse nazionali, se ne aggiungeranno altri 170 in due strutture di Reggio Emilia e Bologna. Per un investimento statale complessivo di 60,5 milioni di euro, oltre alla quota di cofinanziamento regionale di 1 milione e 400mila euro.

A Ferrara il progetto candidato dall’Ateneo estense in partnership con la Regione riguarderà il restauro e risanamento conservativo dell’edificio principale e di due scuderie dell’ex Ippodromo comunale. La nuova residenza universitaria darà ospitalità a 119 fuorisede. È l’investimento più consistente tra quelli candidati al quinto bando ministeriale sull’edilizia universitaria, per un costo di circa 20,9 milioni di euro. Il cofinanziamento richiesto al Mur è di 13,1 milioni di euro, il contributo regionale di 233mila euro.

L'ippodromo

Una biblioteca per Federico

Complessivamente, come detto, saranno realizzati 119 alloggi per studentesse e studenti con biblioteca, caffetteria, spazi di aggregazione e una sala polifunzionale. L’associazione che ha attualmente in gestione l’Ippodromo, sia per la Contrada di San Luca potranno contare su locali rinnovati, concessi per continuare le rispettive attività. "Intitoleremo la nuova biblioteca a Federico Aldrovandi - ha confermato il sindaco, Alan Fabbri -. Questi luoghi saranno popolati da giovani, come giovane era Federico, alla sua memoria vogliamo consegnare questo luogo come luogo della conoscenza e del futuro".

La rettrice

“Accogliamo questa notizia con grandissima soddisfazione - ha precisato la Rettrice, Laura Ramaciotti -, soprattutto per gli importanti benefici che ricadranno sulla nostra comunità universitaria e sul territorio: non si tratta solo di un intervento di conservazione e valorizzazione di un fabbricato in disuso, ma di un’operazione che attiverà una nuova rete di relazioni e migliorerà il contesto sociale e ambientale dell’intera area cittadina".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Studentato all'ippodromo, ok della Regione: "Biblioteca intitolata ad Aldrovandi"

FerraraToday è in caricamento