Ciclismo

Il Festival del ciclista lento porta Ferrara al Tour de France

Il radiocronista Foddis è presente anche in veste di testimonial della manifestazione

La partenza del Tour de France dall'Italia rappresenta un appuntamento storico per gli appassionati di ciclismo e per i territori attraversati dalla corsa, destinati a essere mostrati dai mass media accorsi da  ogni continente. 

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

In queste giornate l'Emilia Romagna si veste ovunque di  giallo, nel ricordo della indimenticabile vittoria di Marco Pantani del 1998. A lui è dedicata infatti la  tappa che parte da Cesenatico e arriva a Bologna. Nella sala stampa e sulle linee del traguardo del Tour è presente anche il radiocronista ferrarese Guido Foddis, nella duplice veste di inviato giornalista e di testimonial del Festival del ciclista lento, inserito tra gli eventi di rilievo nazionale proposti ai giornalisti che raccontano i luoghi ove pedala la Carovana Gialla. 

"Ferrara non vedrà il suo centro storico attraversato dal Tour – ha dichiarato Foddis – ma sarà comunque rappresentata e raccontata agli appassionati di tutto il mondo, attraverso la penna e la voce degli inviati stranieri che riesco a coinvolgere. In questi primi giorni posso testimoniare il loro stupore nello scoprire le inesauribili ricchezze che, a fianco delle più rinomate città d'arte, l'Emilia-Romagna sa offrire". 

Da qui alla considerazione che "Ferrara è un piccolo gioiello ed è perfetta per essere vissuta con la bicicletta, lentamente come il Festival che rappresento e che regala spettacolo ogni anno a fine ottobre. Bisogna solo aumentarne la popolarità sfruttando occasioni irripetibili, come il passaggio del Tour de France"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Festival del ciclista lento porta Ferrara al Tour de France
FerraraToday è in caricamento