rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
L'intervento

Turismo, le opposizioni: "Dati critici, serve una nuova stagione senza Sgarbi"

Il riferimento a Ferrara Arte è di Europa Verde, Sinistra Italiana e Possibile Ferrara

Riceviamo e pubblichiamo:
“Per il resto d’Italia, con le dimissioni da Sottosegretario alla Cultura e ai Beni Culturali, si è conclusa, almeno sul versante politico, la vicenda Sgarbi, che pur prosegue a livello giudiziario. Per noi che abitiamo a Ferrara è, invece, ancora aperta. Sgarbi continua a ricoprire il ruolo di Presidente di Ferrara Arte perché l’amministrazione Fabbri ha respinto la mozione delle opposizioni in Consiglio Comunale che ne chiedeva l’allontanamento. 
Se questo era facilmente prevedibile, forse lo erano un po’ meno i toni e le parole utilizzate, le sperticate lodi di chi, non a caso, è stato costretto a rassegnare le dimissioni per incompatibilità, sancita dall’Antitrust, tra il ruolo istituzionale che ricopriva e i tanti incarichi retribuiti che continua a svolgere; in più indagato per furto di opere d’arte. Siamo rimasti colpiti, in particolare, dalle affermazioni dell’assessore alla Cultura Gulinelli, che ha ribadito come Vittorio Sgarbi sia colonna portante e “principale riferimento delle politiche culturali ed espositive di Ferrara”.
Parole tanto sincere quanto incaute, alla luce dei dati sui (pochi) visitatori delle mostre del Palazzo dei Diamanti nell’era Fabbri-Sgarbi. Prima dell’arrivo della Giunta Lega-FdI-Forza Italia erano dati pubblici, consegnati periodicamente alla stampa e ai consiglieri comunali, così come quelli relativi agli aspetti economici. E’ noto che la trasparenza non è una qualità dell’attuale amministrazione. E’ vero che in mezzo c’è stata la pandemia da Covid (però questo vale per tutti), ma i dati restano sconfortanti e di facile lettura.
Con Vittorio Sgarbi alla guida della prestigiosa Fondazione, Ferrara Arte è stata completamente snaturata e svuotata. Sono state allontanate professioniste di alto valore e le mostre di altissimo livello prodotte qui e che solo qui era possibile visitare sono state sostituite da allestimenti in gran parte già transitati in altri luoghi del Paese. E’ chiaro che ne ha risentito anche il turismo, che presenta dati avvilenti per la città capoluogo.
Occorre davvero una nuova stagione per Ferrara Arte, senza Vittorio Sgarbi. Raccogliamo, perciò, le proposte dell’Associazione PiazzaVerdi: modificare lo Statuto di Ferrara Arte affinché la Fondazione sia posta di nuovo in un rapporto diretto con il Comune e con il Consiglio Comunale; riportarla agli obblighi di trasparenza e di corretta gestione del budget, come la legge prevede. Crediamo anche che sia indispensabile agire per far sì che il Palazzo dei Diamanti torni ad essere la cornice di mostre uniche e preziose”.
Europa Verde, Sinistra Italiana (Alleanza Verdi Sinistra) e Possibile di Ferrara

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo, le opposizioni: "Dati critici, serve una nuova stagione senza Sgarbi"

FerraraToday è in caricamento