rotate-mobile
L'iniziativa

Scambio libero di libri: la storia di Ester e Sofia, bibliotecarie del 'book crossing'

L'iniziativa crea inserimento socio-occupazionale per i disabili e fa conoscere gli 'in-book'

Con le loro storie ci abbracciano e ogni volta abbattono barriere, rivendicano spesso il diritto di viaggiare liberi e di essere condivisi e trovano risposta in chi si prende cura di loro, in particolare quando diventano anziani e rari. Parliamo dei libri in generale, anche se quelli del circuito nazionale di bookcrossing ‘Lascia un libro, prendi un libro’ hanno una marcia in più e, in questi giorni, stanno diventando una realtà anche a Fiscaglia grazie a Il Volo.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

La novità che fa la differenza è la presenza negli scaffali, posizionati in diversi punti del territorio fiscagliese, di libri tradotti nei simboli della comunicazione aumentativa alternativa, a disposizione di chiunque li voglia leggere. Le due giovani bibliotecarie Ester e Sofia stanno facendo un lavoro davvero certosino, sanificano i libri sia in entrata che in uscita, li registrano e infine li rendono pronti ad essere distribuiti presso una decina di punti finora aderenti al progetto.

I punti sono il centro sportivo Il Ghiandaio, la gelateria Azzurra, Acconciature Marilena, il bar La Loggia Club, la lavanderia L’Angolo del Bucato, Naturalmente Estetica, la Partycoleria a Massafiscaglia, lo studio medico di Calabrese, il bar Jolly a Migliarino e la scuola dell’infanzia istituto comprensivo di Codigoro.

“E’ una bella sfida che finalmente vediamo realizzarsi, grazie alla collaborazione tra le associazioni del terzo settore ed esercizi commerciali privati che animano il tessuto sociale di Fiscaglia - spiega Simona Punginelli, responsabile tecnico de ‘Il volo’ -. L’iniziativa apporta alla comunità un duplice valore aggiunto, perché da un lato crea inserimento socio-occupazionale per persone con disabilità, dall’altro contribuisce a fare conoscere e diffondere la comunicazione aumentativa alternativa e gli in-book”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scambio libero di libri: la storia di Ester e Sofia, bibliotecarie del 'book crossing'

FerraraToday è in caricamento