rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Sociale

'Esperienze di cura', al via un progetto targato Le passeggiate di Agata

Un contributo è stato assegnato all'interno di un bando, istituito per iniziative in favore dei caregiver

Aumentare la consapevolezza dei genitori in merito al loro essere caregiver e far conoscere all'opinione pubblica cosa comporta rivestire questo ruolo. Ha un duplice obiettivo il progetto 'Esperienze di cura: coinvolgere e dare voce ai caregiver di bambini e ragazzi con disabilità', promosso dall'associazione Le passeggiate di Agata e finanziato con quasi 14mila euro dall'assessorato comunale alle Politiche sociali del Comune di Ferrara. Il contributo è stato assegnato all'interno di un bando, promosso dall'assessora Cristina Coletti, istituito per il sostegno di progettualità in favore dei caregiver. 

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

La fase iniziale della progettualità è già stata compiuta ed è consistita in momenti di studio, conoscenza e approfondimento sui genitori e sui caregiver di bambini e ragazzi con disabilità, residenti sul territorio del Distretto Centro Nord, di cui Ferrara è Comune capofila. La fase di studio è stata condotta da un gruppo di lavoro che ha riunito l'Unità operativa complessa Uonpia dell'Ausl, il Centro ricerche documentazione e studi economico sociali, il Centro Servizi del Volontariato Terre Estensi e la cooperativa sociale 'Anziani e non solo'. Nel corso degli incontri tecnici sono stati raccolti i dati, le testimonianze, i bisogni e gli interessi dei caregiver.

A partire dal 16 marzo al 20 aprile si svolgerà invece il momento operativo, prettamente dedicato alla cittadinanza. In questo periodo si terranno 4 incontri formativi e informativi, con l'obiettivo di coinvolgere e dare voce ai caregiver, promuovendo attività volte al benessere nel segno della convivialità. L'iniziativa si chiama 'Un caffè tra genitori caregiver' e offre l'opportunità di ritrovarsi in un ambiente confortevole, per 4 sabati dalle 9.30 alle 12.30, per sedersi intorno a 3 tavoli di discussione, che saranno cambiati ogni 30 minuti per dare modo a ognuno di completare il giro, sulle tematiche più sentite da queste persone. 

I confronti verteranno sulle tutele legali dei caregiver, sulle modalità di alleggerimento del carico assistenziale attraverso azioni volte al benessere psicofisico e sulle opportunità che possono scaturire rivolgendosi al tessuto associazionistico esistente. I genitori che parteciperanno potranno scegliere di ritagliarsi dei momenti propri lasciando i figli a casa oppure di partecipare insieme a loro. Gli incontri si terranno il 16 marzo, il 6 e il 13 aprile alla sede di Factory Grisù di via Poledrelli 19, e a Copparo il 20 aprile. Il 4 maggio, nel mese in cui si celebra la Giornata del caregiver, si terrà un incontro finale di restituzione dei dati emersi. Per partecipare agli incontri la prenotazione non è obbligatoria, ma consigliata per facilitare l'organizzazione degli appuntamenti. Il progetto è stato arricchito anche grazie alla creazione del sito internet Caregiverallosbaraglio e delle pagine Facebook e Instagram. 

"Uno degli aspetti più significativi e innovativi di questo progetto - ha evidenziato l'assessore comunale alle Politiche sociali Cristina Coletti - è averlo rivolto ai caregiver di persone che si occupano di persone giovanissime. Quando si parla di assistenza, troppo spesso si pensa erroneamente agli anziani. La realtà è che esistono, purtroppo, tanti giovani con patologie e fragilità tali che necessitano di un supporto costante e continuativo sin dai primi momenti di vita".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Esperienze di cura', al via un progetto targato Le passeggiate di Agata

FerraraToday è in caricamento