rotate-mobile
Politica / Centro Storico / Via del Carbone, 35

Elezioni, Anselmo si presenta: "Questa è una città che va rinnovata"

Dai trasporti all'ambiente e ai giovani, il candidato sindaco ha indicato alcuni temi nell'agenda politica

Una carrellata di immagini dietro le sue spalle per ripercorrere le tappe di una carriera trascorsa da "civico nell'anima", e una sala gremita davanti, ad accoglierlo, a testimoniare che la sua "non è una candidatura calata dall'alto". L'avvocato Fabio Anselmo, nel corso dell'incontro di venerdì al cinema Apollo, ha dichiarato pubblicamente che sarà lo sfidante del sindaco Alan Fabbri alle prossime elezioni amministrative. Una decisione che, per sua ammissione, non è giunta se non dopo un percorso accompagnato dal riscontro delle persone: "Quello che mi ha indotto a non ritirarmi è il calore della gente incontrata per strada".

Una presentazione alla quale non sono mancati accenni alla propria esperienza lavorativa e alle proprie opinioni politiche. "Sono un avvocato - ha sottolineato Anselmo - e fino all'età di 18 anni ero di destra. Ho imparato a cambiare idea quando ho svolto diversi lavori manuali. Ho lavorato nella campagna saccarifera, sono stato facchino, venditore porta a porta per anni. E' stata un'esperienza di conoscenza umana che mi ha fatto capire cosa vuol dire essere di sinistra". Da lì fino all'impegno come legale, alle prese con "la lotta per i diritti civili", nella consapevolezza che "se si hanno a cuore i diritti degli ultimi, non si può non avere a cuore i diritti di tutti". Una dimensione non esente da rischi: "Se credo in qualcosa non ho paura. Questi sono spari che ho subito al mio contatore dell'acqua", ha aggiunto commentando una foto sullo sfondo. 

"Ho sempre percorso la mia strada in salita, così come Ilaria (Cucchi ndr)", ha proseguito l'avvocato Anselmo, per affermare di "tentare di vincere anche questa sfida". Il primo affondo è rivolto all'attuale Amministrazione: "Io sono una persona in carne e ossa, non attraverso i social. Ho seguito la campagna del sindaco attuale. E' un primo cittadino che definisco un ologramma. Il vero sindaco di Ferrara è Nicola Lodi". Il tema sicurezza è affrontato attraverso i dati del report annuale del Sole 24 Ore, con la perdita di 39 posizioni di Ferrara nella classifica generale.

"Questa città ha bisogno di ossigeno, va rinnovata. Deve essere una città moderna ed europea", ha sottolineato Anselmo, aggiungendo di non essere "contrario ai grandi eventi", ponendo la domanda se "questi concerti che sequestrano il centro cittadino" rispondono a un progetto di ampio respiro. Sul capitolo trasporti, Anselmo ha evidenziato di non essere "contro le auto", auspicando attraverso i fondi Pnrr l'impiego di "autobus che funzionano a idrogeno, con collegamenti migliori, che portino i cittadini a scegliere il trasporto pubblico per comodità, non per obbligo".

Protesta contro il Cpr

Spazio, quindi, all'integrazione delle frazioni, alla possibilità di "creare una città più viva", che "non si chiuda in se stessa, ma dialoghi con le altre province", alla luce del "problema di invecchiamento della popolazione", e della considerazione che "gli spazi di aggregazione non esistono più". Sui temi dell'attualità, Anselmo si è soffermato sulla recente questione del Cpr: "La Cedu ha dichiarato che questi centri sono illegali e caratterizzati da trattamenti inumani e degradanti", esprimendo anche la sua "solidarietà ai lavoratori della Tecopress". La chiusa è affidata a tre parole afferenti al corpo, "testa, cuore, stomaco", come elementi necessari per "trasmettere un messaggio semplice, diretto e soprattutto sincero".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, Anselmo si presenta: "Questa è una città che va rinnovata"

FerraraToday è in caricamento