rotate-mobile
Politica

Efficientamento energetico, il Partito Democratico presenta un'interpellanza sul tema dei pannelli fotovoltaici

La consigliera comunale Dem Anna Chiappini si è soffermata sull'aumento dei prezzi

Un'interpellanza presentata dalla consigliera Dem Anna Chiappini e relativa alle misure urgenti per il contenimento dei costi dell'energia elettrica e l'installazione dei pannelli fotovoltaici. L'esponente del Partito Democratico si è rivolta al sindaco e all'assessore comunale competente sul tema, premettendo che il suo gruppo aveva già presentato una risoluzione in materia, nella quale "si rimarcava il non recepimento, da parte dell’Amministrazione Comunale di Ferrara, dei cambiamenti introdotti dalla Legge 27 aprile 2022 numero 34", dove si sottolineava che "cessano di essere richieste alle Amministrazioni comunali autorizzazioni di impianti solari fotovoltaici e termici sugli edifici anche nel centro storico" nel caso in cui "i pannelli siano integrati nelle coperture; non siano visibili dagli spazi pubblici esterni e dai punti di vista panoramici; nel caso in cui i manti delle coperture siano realizzati in materiali della tradizione locale, ovvero l'installazione nei centri storici è sempre ammessa anche quando si tratta di intervenire sui classici tetti con le tegole". 

La consigliera comunale ha aggiunto che lo scorso 28 marzo "è uscita una Deliberazione della Giunta comunale con oggetto 'Modifica linee guida per interventi di efficientamento Energetico', in cui vengono approvate le modifiche al quadro B 'Linee guida installazione pannelli solari e fotovoltaici' del documento 'Linee guida per interventi di efficientamento energetico', per consentire l'installazione di pannelli fotovoltaici anche sulle coperture degli edifici classificati dal Rue vigente in classe 2", che il 13 settembre del 2022 si è riunita la Consulta per l'Edilizia e il territorio, in cui "l'Amministrazione ha sottoposto agli Ordini e Collegi la modifica-aggiornamento delle Linee guida in relazione alla possibilità di consentire l'installazione di pannelli fotovoltaici anche sulle coperture degli edifici classificati dal Rue vigente in classe 2", che il 14 novenbre del 2022 "è pervenuta all'Amministrazione una nota, sottoscritta da parte di tutti gli Ordini e Collegi provinciali riuniti nell'Associazione Rete professioni Ferrara competenti in materia, allegante parere favorevole circa l'estensione dell'installazione dei pannelli fotovoltaici anche ai fabbricati in Classe 2 del vigente Rue".

Un'ulteriore considerazione della consigliera comunale è che "alla data della discussione di Bilancio di previsione, in presenza di richieste allo Sportello unico edilizia di Ferrara di iter opportuno da seguire da parte di aziende di investimento fotovoltaico, successive alla data di entrata in vigore della suddetta legge, per l'installazione di impianti fotovoltaici in edifici in zona A in tutto rispondenti ai requisiti di legge, veniva sistematicamente risposto negativamente, accennando genericamente a una futura revisione della procedura", mentre "diversi cittadini, anche a causa del netto rincaro di elettricità e gas, avevano avanzato le richieste di cui sopra, assistiti da aziende specializzate nel settore, tramite lo studio di un professionista tecnico per la verifica dei presupposti del progetto di installazione, rispondenti ai requisiti di legge".

Da qui all'interpellanza rivolta a sindaco e assessore competente per sapere "come essi possano conciliare la bocciatura della Risoluzione di cui sopra - concepita nell'ottica sia di una tutela dei cittadini di Ferrara, molti dei quali residenti entro le Mura, che del centro storico stesso, da preservare anche attraverso i nuovi dispositivi di efficientamento energetico e di produzione di energia 'pulita' – con la stessa Deliberazione di Giunta, emanata due settimane dopo la discussione in Consiglio e riportante i medesimi contenuti della Risoluzione", e per conoscere "come intendano compensare i danni dei cittadini – e con essi delle aziende del settore – che per mesi hanno scritto e telefonato allo Sportello unico edilizia di Ferrara, dopo aver condotto uno studio con professionista tecnico per la verifica dei presupposti del progetto di installazione, i quali hanno dovuto alla fine rinunciare al progetto e che, dopo circa un anno, volendolo intraprendere di nuovo, hanno visto nel frattempo levitare alle stelle i prezzi di materiale e prestazioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Efficientamento energetico, il Partito Democratico presenta un'interpellanza sul tema dei pannelli fotovoltaici

FerraraToday è in caricamento