rotate-mobile
Politica / Portomaggiore

Disagi sulla Bologna-Portomaggiore, Europa Verde porta la questione in Regione

La capogruppo Silvia Zamboni ha presentato un'interrogazione circa i problemi riscontrati

Disservizi sulla tratta Bologna-Portomaggiore, la questione arriva sul tavolo della Regione. E’ il gruppo Europa Verde ad aver, infatti, presentato una interrogazione per chiedere alla Giunta quali interventi intenda sollecitare da parte di Tper per eliminare i problemi della tratta Fer, causati dai lavori a Bologna per l’interramento del tratto urbano e la soppressione di cinque passaggi a livello.

“Iniziati nel dicembre 2022 – spiega Silvia Zamboni, capogruppo -, questi lavori hanno comportato l’istituzione di un servizio di autobus sostitutivi, in collegamento al servizio ferroviario, per coprire la tratta Bologna Autostazione-Roveri e viceversa, con l’aggiunta di alcune corse che effettuano l’intero percorso fino a Castenaso, Budrio e Portomaggiore”.

“I disservizi – proseguono da Europa Verde - sono causati da corse saltate da parte degli autobus sostitutivi, ritardi o guasti dei treni che fanno perdere la coincidenza con gli autobus, ritardi degli autobus, mancato coordinamento tra i diversi mezzi per cui capita che il treno parta senza aspettare l’arrivo dell’autobus sostitutivo che porta i passeggeri, e viceversa”.

“In tutti questi casi – si conclude - la mancata comunicazione dei ritardi tra bus e treni fa sì che si moltiplichino i tempi di percorrenza e i disagi per i passeggeri coinvolti. Disagi che diventano più pesanti nei giorni festivi, quando le corse sono cinque sull’intera giornata, una ogni 3-4 ore, per cui perdere le coincidenze può comportare attese di oltre un’ora”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disagi sulla Bologna-Portomaggiore, Europa Verde porta la questione in Regione

FerraraToday è in caricamento