rotate-mobile
Istruzione / Fossanova-Gaibanella

Dieci iscrizioni nella futura prima classe, Fabbri: "Già superato situazioni come quella presente"

All'incontro nella frazione, il sindaco e l'assessora comunale all'Istruzione hanno rassicurato le famiglie

Nel pomeriggio di giovedì 4 aprile, alla scuola dell'infanzia Sant'Agnese di Gaibanella si è svolto l'incontro promosso dai genitori degli alunni per condividere le azioni da intraprendere per la tutela della continuità scolastica. 

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Sono infatti 10, attualmente, le domande di iscrizione alla prossima classe prima della scuola primaria. Un numero più basso rispetto al minimo di 15, previsto dalla normativa di riferimento, per attivare l'avvio della classe. Al partecipato e sentito incontro, cui erano presenti una sessantina di persone, sono intervenuti il sindaco Alan Fabbri, l'assessora comunale alla Pubblica istruzione Dorota Kusiak, il dirigente dell'istituto comprensivo Antonio Di Cerbo e Annalisa Ferraresi del Consiglio Sant'Agnese.

"Rassicuriamo le famiglie - ha evidenziato il sindaco Alan Fabbri - perché la classe si farà. Siamo da sempre attenti alle frazioni e crediamo che le scuole nei territori siano presidi importanti per la vita e la continuità delle nostre comunità. In passato abbiamo già affrontato e superato positivamente situazioni come quella presente ora alla scuola di Gaibanella e, una volta saputo l'organico di insegnanti attivato per ogni classe, a fine aprile, potremo aprire una trattativa concreta con il dirigente dell'Ufficio scolastico territoriale, l'organo competente in materia, per ottenere l'avvio della classe".

L'assessora Kusiak ha aggiunto che "siamo al fianco delle famiglie e, anche se è possibile fare una richiesta di iscrizione tardiva e i numeri possono variare, chiederemo comunque una deroga rispetto alla normativa, come già accaduto due anni fa proprio a Gaibanella. E' una scuola, in realtà attrattiva sotto diversi aspetti, e presidio scolastico importante nel territorio che crea un prezioso legame anche con la realtà della scuola dell'infanzia. Oltre alla mensa con una cuoca interna e a un doposcuola attivi, per le famiglie i cui bambini frequentano una scuola primaria nelle frazioni abbiamo azzerato la quota di servizio della tariffa prevista per il trasporto. Un aiuto in più per venire incontro a chi sceglie di investire nelle frazioni". La scuola, vicino all'azienda Berluti, è di passaggio anche per chi vive in zona e lavora a Cona o verso il centro di Ferrara. Anche il dirigente scolastico ha sottolineato la volontà di realizzare un incontro con il dirigente dell'Ufficio scolastico territoriale per arrivare a un accordo positivo per l'avvio della classe.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dieci iscrizioni nella futura prima classe, Fabbri: "Già superato situazioni come quella presente"

FerraraToday è in caricamento