rotate-mobile
Salute / Centro Storico

Ferrara città cardioprotetta, donati i primi 3 defibrillatori: ecco dove saranno installati

Il progetto complessivo prevede la sistemazione di 25 apparecchi utilizzabili da tutti i cittadini

Donati i primi tre dei 25 defibrillatori per il progetto ‘Ferrara Città Cardioprotetta’, dopo il protocollo d'intesa siglato il 24 gennaio scorso da Comune e Azienda Ausl. I tre dispositivi - donati dai Rotary Club Ferrara e Ferrara Est - verranno installati a Parco Massari, in piazza del Municipio e nei pressi del Castello Estense.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Tutti i cittadini, anche coloro che non hanno mai fatto un corso di primo soccorso, possono utilizzare i Dae, che sono in grado di analizzare semi automaticamente il ritmo e hanno una funzione vocale che guida il cittadino nell'erogazione dello shock. Gli apparecchi salvavita verranno collocati in apposite teche riscaldate e collocate in totem, a protezione dagli agenti atmosferici e per la conservazione del perfetto funzionamento.

Le piastre sono compatibili anche per i soggetti in età pediatrica. La scadenza della componentistica rientra negli standard di 3-4 anni e la manutenzione è in capo al Comune di Ferrara, mentre il monitoraggio verrà eseguito ciclicamente dal 118. Le manovre con il defibrillatore devono essere effettuate in attesa dei soccorritori del 118, che devono essere in ogni caso tempestivamente allertati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferrara città cardioprotetta, donati i primi 3 defibrillatori: ecco dove saranno installati

FerraraToday è in caricamento