rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Storia

Il corposo carteggio di lettere della duchessa Lucrezia Borgia approda in una biblioteca digitale

Il progetto sostenuto dalla Fondazione di Modena e da Art Bonus, è stato realizzato da Haltadefinizione

Una firma destinata a non essere scalfita dal tempo, anche in senso letterale. Le missive concluse con l'autografo 'Lucretia Estense de Borgia' o per comodità espositiva 'la duchessa di Ferrara', sono state digitalizzate. A essere oggetto del processo di digitalizzazione sono poco meno di trecento lettere scritte dalla nobildonna Lucrezia Borgia, redatte nell'arco dei primi due decenni del Cinquecento. L'epistolario, conservato nell'Archivio di Stato di Modena, è stato dunque digitalizzato grazie al sostegno della Fondazione di Modena e di Art Bonus. Haltadefinizione ha realizzato così la complessa attività di riproduzione, fruibile attraverso Lodovico Media Library, biblioteca digitale sviluppata dal Centro Interdipartimentale di ricerca sulle Digital Humanities dell’Università di Modena e Reggio Emilia. Un patrimonio documentale che richiama il periodo in vista del matrimonio con Alfonso I d'Este, fornendo una preziosa testimonianza delle vicende storiche e politiche legate al Ducato Estense, senza trascurare la prospettiva di osservazione femminile sul tempo.

Dal punto di vista strettamente operativo sul carteggio, Haltadefinizione ha adottato anche la tecnica a luce trasmessa, che richiede l'illuminazione di un oggetto dalla direzione contraria rispetto al punto di osservazione. Le lettere digitalizzate possono essere ingrandite fino al minimo dettaglio senza perdere di qualità, e consentendo di eseguire un'analisi approfondita dell'oggetto ripreso e restituito digitalmente. La tecnica a luce trasmessa ha permesso inoltre di acquisire informazioni nascoste all'interno del documento, che sono chiaramente visibili solo quando il foglio viene esposto alla luce in modo specifico. In virtù di questa metodologia, è stato possibile individuare in modo dettagliato le forme e i motivi delle filigrane, elementi fondamentali per la datazione e l'identificazione dei documenti. Dopo la fase dell'acquisizione digitale, le immagini sono state elaborate dai tecnici di Haltadefinizione, che hanno perfezionato i file alla luce della necessità della fruizione digitale dei documenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il corposo carteggio di lettere della duchessa Lucrezia Borgia approda in una biblioteca digitale

FerraraToday è in caricamento