rotate-mobile
Edilizia

Contratti di locazione a canone concordato, nuovo accordo territoriale

Il testo è stato condiviso dalle organizzazioni di inquilini e proprietari

Un accordo frutto di uno sforzo collettivo, che avvicina le esigenze di proprietari e inquilini, garantendo agevolazioni fiscali e premiando coloro che scelgono di effettuare lavori di abbattimento delle barriere architettoniche domestiche a scopo di creare le condizioni di un abitare sempre più inclusivo. E' il cuore del nuovo accordo territoriale, in vigore dal giovedì 19 ottobre, sulla definizione dei contratti di locazione a canone concordato del Comune di Ferrara.

L'accordo, il cui testo integrale sarà disponibile sul sito web del Comune di Ferrara, è stato depositato mercoledì 18 ottobre nella Residenza municipale alla presenza dell'assessora comunale alle Politiche abitative Cristina Coletti, della dirigente del servizio Politiche abitative del Comune di Ferrara Alessandra Genesini, della responsabile dell'Unità operativa Politiche abitative e rapporti con Acer Lidija Radosavcev e dei rappresentanti delle organizzazioni sindacali della proprietà e degli inquilini. L'accordo, firmato dalle sigle dei proprietari Asppi, Confabitare, Confedilizia, Unioncasa, Uppi, Confappi, e dalle organizzazioni degli inquilini Sunia, Sicet, Uniat, Assocasa, aggiorna le disposizioni indicate nel precedente testo concordato dalle associazioni sindacali ed entrato in vigore nel 2018.

"L'accordo territoriale - ha spiegato l'assessora comunale alle Politiche abitative Cristina Coletti - è uno strumento fondamentale, che recepisce gli enormi cambiamenti sociali ed economici globali dell'ultimo quinquennio e che porta risposte concrete in favore dei cittadini a tutela del diritto all'abitare. Quella di oggi è una giornata importante, a cui si arriva dopo mesi di dialogo per far convergere le necessità dei proprietari e degli inquilini. Un impegno corale e congiunto da parte di tutte le organizzazioni sindacali, che aggiunge valore ai benefici che l'accordo, non scontato, porterà alla collettività. Auspico che l'esempio di Ferrara sia replicato anche in altri comuni e promuoverò l'accordo anche in veste di presidente del Tavolo provinciale di concertazione delle Politiche abitative".

Il nuovo accordo territoriale aggiorna la tabella delle tariffe delle zone omogenee, dei contratti di locazione abitativa, transitori e transitori per studenti. Sono state apportate modifiche ai criteri di determinazione dei canoni nell'intento di adeguare gli stessi ai mutamenti della tipologia delle unità immobiliari e delle esigenze degli inquilini. Particolare attenzione è stata posta, in termini di agevolazioni economiche, ai proprietari che avvieranno lavori di efficientamento energetico e di abbattimento delle barriere. Si è inoltre proceduto a un parziale recupero della perdita di valore reale dei canoni in seguito alle difficoltà dovute dall'inflazione, con l'obiettivo di proteggere il patrimonio dei proprietari alleviando allo stesso tempo le difficoltà degli inquilini. Il percorso ha portato anche a chiarire i vari aspetti della locazione parziale.

"Siamo molto soddisfatti - hanno dichiarato i rappresentanti delle organizzazioni sindacali dei proprietari Rita Fabbretti e Vittorio Zanghirati (Confabitare), Ippolita Domeneghetti (Asppi), Giovanni Podestà (Confedilizia), Laura Melotti (Unioncasa), Emanuele Buzzoni (Uppi) - per il raggiungimento dell'accordo depositato oggi in Comune. Negli anni era emersa la necessità di aggiornare i valori dei canoni riguardo la locazione concordata, per rendere attuale questo strumento importante che tutela sia i proprietari che gli inquilini". I membri delle sigle degli inquilini Maurizio Ravani (Sunia), Eva Paganini (Sicet) e Gianni Squarzanti (Uniat) hanno evidenziato che "siamo partiti da punti distanti, ma siamo soddisfatti perché lo sforzo ci ha consentito di ottenere risultati soddisfacenti per tutte le parti in causa, inquilini, cittadini e studenti. Saremo sempre presenti e attenti sui bisogni che emergeranno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contratti di locazione a canone concordato, nuovo accordo territoriale

FerraraToday è in caricamento