rotate-mobile
Politica

Consiglio comunale: nella seconda seduta dell'anno si discute di clima, sicurezza, Winter Park

Procede la discussione delle numerose richieste inevase negli ultimi anni

Procede l'esame delle numerose interpellanze e interrogazioni che i consiglieri hanno rivolto ai componenti della Giunta, nella seconda seduta del Consiglio Comunale dell'anno. Dalle richieste più datate non ancora affrontate, alle questioni più ravvicinate nel tempo. E nel lungo elenco di argomenti presi in esame, è tornata alla ribalta la questione sicurezza, con un annuncio del vicesindaco Nicola Lodi, in risposta a un'interpellanza della consigliera del Pd Maria Dall'Acqua dell'ottobre dell'anno scorso in merito ad atti vandalici nella frazione di Malborghetto di Boara. 

"E' di prossima realizzazione - ha affermato il vicesindaco - un sistema di videosorveglianza integrato della città. Tale progetto riguarderà il centro, alcune arterie di collegamento, e l'area della piccola e media industria. Ulteriori postazioni con riguardo alle frazioni, tra cui Malborghetto, saranno candidate nei prossimi futuri finanzimento ministeriali, e dovranno tenere conto della reale connettività a banda ultralarga attualmente disponibile nelle zone identificate. In questi giorni è in corso l'affidamento all'azienda per l'installazione di questo impianto da un milione e 200mila euro. Quindi, 600mila euro del Comune di Ferrara andranno a finanziare un impianto diverso da quello attuale, che è quasi totalmente fuori uso".

Una soluzione quindi dettata dalla vetustà della tecnologia attualmente in dotazione. "Attualmente - ha continuato Nicola Lodi - le telecamere che abbiamo sul territorio di Ferrara non rispondono più alla manutenzione ordinaria, sono obsolete. L'impianto vecchio sarà totalmente sostituito con un impianto che funziona 24 ore, sarà inaugurato entro il 2023. E Tutte le postazioni delle telecamere sono state di concerto vagliate con la Prefettura, al tavolo con Questura, carabinieri, guardia di Finanza, studiando la mappa dei reati. Si è deciso quindi di installare queste telecamere nei punti critici della città dove si registrano furti e attività illecite. La centrale di videosorveglianza di questo nuovo impianto è la caserma nuova della polizia locale. E il 13 febbraio vedremo anche la control room, con queste nuove 50 telecamere ad alta tecnologia". 

Il novero delle interpellanze e delle interrogazioni presentate ha affrontato una serie di temi come la chiusura filiali Bper nel territorio nel 2022, in funzione della quale la consigliera comunale di Azione civica Roberta Fusari ha chiesto se l'Amministrazione stia "cercando interlocuzioni con il gruppo bancario". L'assessora comunale Cristina Coletti ha risposto che, seppur di fronte al "comprensibile disagio dei cittadini ferraresi, si tratta di decisioni prese dal gruppo bancario". 

L'assessore comunale all'Ambiente Alessandro Balboni, chiamato a rispondere sul tema dell'emergenza idrica dal consigliere del M5s Tommaso Mantovani, che chiedeva quali misure porre in atto nella gestione dell'emergenza legata al giugno dell'anno precedente, ha precisato che "quest'anno è stato evitato il razionamento", e che "quando il livello idrico del Po scende sotto i 7,5 metri, le pompe di pescaggio del sistema di potabilizzazione di Pontelagoscuro cessano la loro capacità di aspirare l'acqua, si rende necessaria l'attività di pescaggio tramite galleggianti che vengono direttamente posizionate sul Po. Quindi, in questo modo si evita la somministrazione dell'acqua, anche se è presente un bacino di raccolta dell'acqua che darebbe circa 3-4 giorni di autonomia anche qualora dovesse esserci un malfunzionamento o alle pompe, o alla piattaforma galleggiante. Queste purtroppo sono delle risposte che gestiscono l'emergenza, ciononostante potranno essere messe in campo anche per l'estate porssima, che speriamo possa darci un po' di tregua". 

Le improvvise modifiche alla viabilità in piazza Ariostea, legate all'edizione scorsa del Summer Vibez, sono state al centro di un'interrogazione presentata dalla consigliera del Pd Anna Chiappini, che ha evidenziato i problemi per i residenti nella zona nella giornata dell'8 luglio e la mancanza di riferimenti informativi, e la mancata smobilitazione della segnaletica pochi giorni dopo. Il vicesindaco Nicola Lodi ha risposto che "l'ordinanza di viabilità è stato un provvediemnto complesso che ha dovuto tener conto fin da subito delle richieste e delle necessità emerse nell'apposito comitato della sicurezza pubblica e dei successivi tavoli tecnici. Considerando inoltre le esigenze degli organizzatori di allestire in sicurezza l'area, il provvedimento è stato rivisto più volte".

La consigliera del Gruppo misto Anna Ferraresi ha presentato un'interpellanza sui costi del Winter Park. Il vicesindaco Nicola Lodi ha risposto che "per quanto riguarda le attrazioni del Winter Park è stato utilizzato sia l'allaccio preesistente del Comune che allacci straordinari di corrente a carico degli operatori. Relativamente alle luminarie della città, gli allacci sono a completo carico della ditta appaltatrice. I costi di polizze assicurative e gli oneri per la sicurezza sono a carico dell'organizzatore dell'evento e degli operatori presenti".        
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio comunale: nella seconda seduta dell'anno si discute di clima, sicurezza, Winter Park

FerraraToday è in caricamento