rotate-mobile
Martedì, 20 Febbraio 2024
Agricoltura / Centro Storico / Via Vaspergolo

Agricoltura e scienza unite nel nome del cibo sano, arriva 'Food&Science'

La manifestazione, giunta alla seconda edizione, prevede diversi momenti divulgativi

Una giornata di incontri di divulgazione dedicata all'agricoltura e in particolare alla tecnologia nel settore agricolo, le nuove sfide emergenti e le prospettive future legate alla produzione alimentare sana e sicura. E’ quanto propone ‘Food&Science’, in programma per sabato 7 ottobre, dalle 10, a Palazzo della Racchetta.

L'edizione 2023, aperta a tutta la cittadinanza, è intitolata ‘Le nuove frontiere dell'agricoltura: Scienza ed innovazione al servizio di un futuro sostenibile’: tra i temi che verranno trattati ci saranno genetica e cambiamenti climatici, ma anche emergenza idrica, utilizzo della chimica in agricoltura e corretta gestione del suolo.

Il programma

Inaugurazione alle 10, con il convegno ‘Il futuro dell'agricoltura tra scienza e politica. Tea, genetica e nuove tecnologie’. Qui saranno presenti il sindaco Alan Fabbri, la Rettrice Unife Laura Ramaciotti, il presidente della Commissione agricoltura del Senato Luca De Carlo, l'assessore regionale all'Agricoltura Alessio Mammi e il presidente nazionale di Confagricoltura Massimiliano Giansanti. All'incontro verrà fatto il punto sul nostro modello agroalimentare e sulle politiche a favore dell'innovazione e della scienza nel nostro Paese.

Alle 15, quindi, appuntamento dal titolo ‘Poca o troppa: acqua e riscaldamento globale’. Si tratta di un momento dedicato ai programmi agronomici e ambientali per mettere in luce l'importanza della gestione dell'acqua, che in agricoltura rappresenta un ambito strategico per garantire sostenibilità e competitività.

Alle 16.15, poi, spazio a ‘Un posto al suolo. L'agricoltura rigenerativa tra fertilità del terreno e cambiamento climatico’. Oltre al tema del cambiamento climatico e dei suoi effetti si punterà l'attenzione sull'importanza della risorsa suolo e sulle tecniche per migliorarne la fertilità.

Infine, alle 17.30, chiuderà ‘Quanta paura abbiamo della chimica?’, una iniziativa interattiva che ha lo scopo di rappresentare correttamente la filiera agroalimentare, la sicurezza e salubrità dei prodotti agricoli italiani e dei danni che un'informazione non corretta può provocare. A curare quest'ultimo percorso il chimico e autore di Superquark, Ruggero Rollini.

Le dichiarazioni

“Tengo molto a questo evento - ha evidenziato il presidente di Confagricoltura, Francesco Manca - e alle interessanti tematiche che tratteremo. Vogliamo lanciare un messaggio molto chiaro: solo un'alleanza e un'apertura forte verso scienza e tecnologia potranno garantire un futuro all'agricoltura italiana, e quindi un cibo sano e sicuro alla popolazione”.

“L'idea di creare una rete e di promuovere la collaborazione tra il settore agricolo italiano, la scienza e la cultura – conclude Matteo Fornasini, assessore al Commercio - è, a nostro avviso, vincente e potrebbe aprire nuove prospettive di benessere e sviluppo per il settore agricolo, che rappresenta un'eccellenza nel nostro territorio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agricoltura e scienza unite nel nome del cibo sano, arriva 'Food&Science'

FerraraToday è in caricamento