rotate-mobile
Società / Via Bologna-Foro Boario / Viale Krasnodar

Sottopasso e traffico intenso, petizione (con 300 firme) del comitato 'Koesione22'

Il gruppo di residenti della zona di viale Krasnodar mette sul piatto tre richieste: i dettagli

La chiusura del sottopasso di via dello Zucchero e il traffico di viale Krasnodar. Tornano a battere su questi due punti i referenti del comitato ‘Koesione22’ che, per l’occasione, hanno inviato al sindaco Alan Fabbri una petizione accompagnata da oltre 300 firme: “Una conferma di quanto il problema sia sentito – viene detto -. Speriamo di aprire un confronto con la Giunta”.

Alternativa al sottopasso

Al centro, tre richieste: “Chiediamo che il sindaco – viene specificato – onori l’impegno preso con Fiab al fine di cercare soluzioni alternative per alleviare i disagi procurati dalla chiusura del sottopassaggio. Sono passati oltre 3 anni. Chiediamo da subito soluzioni, anche temporanee, sicure (illuminazione adeguata, piste ciclabili protette) a favore di pedoni e ciclisti e per diminuire il traffico veicolare”.

Alcuni referenti del comitato 'Koesione22'

Informazione ai cittadini

Il comitato chiede poi che “i cittadini siano informati preventivamente dei lavori in programma al fine di attuare soluzioni rispondenti alle effettive necessità e problematiche della zona. Riteniamo necessario che i recentissimi lavori di intervento su segnaletica e posizionamento di dissuasori vadano completati”.

Mezzi pubblici

Il terzo ed ultimo punto verte, invece, sul tema trasporti. A firma di una parte dei referenti (Caterina Grata, Luigi Rasetti, Valentina Rizzuti, Michela Carli, Agnese Natali, Ilaria Pasti, Graziella Moretti, Patrizio Fergnani, Massimo Cavallina), il documento esplicita la richiesta “dell’adozione di politiche concrete per incentivare l'uso dei mezzi pubblici con passaggi più frequenti, orari prolungati e tariffe calmierate”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sottopasso e traffico intenso, petizione (con 300 firme) del comitato 'Koesione22'

FerraraToday è in caricamento