Venerdì, 19 Luglio 2024
Amministrazione

Rete Cug, presentato il questionario per misurare il benessere lavorativo

Il documento sarà sottoposto ad una trentina di pubbliche amministrazioni del territorio

Un questionario da somministrare fra giugno a fine novembre prossimo ai dipendenti di una trentina di pubbliche amministrazioni nella provincia di Ferrara, per misurarne il livello di benessere organizzativo. È l’iniziativa presentata in Castello Estense dalla consigliera di parità della Provincia, Annalisa Felletti.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

La proposta è partita ed è stata messa a punto dal gruppo di lavoro Benessere Organizzativo della rete provinciale dei Cug (Comitati unici di garanzia). Gruppo di lavoro coordinato da Linda Binelli, ossia presidente Cug del Comune di Cento e coordinatrice del gruppo di lavoro della rete provinciale Cug, che ha seguito la messa a punto del questionario con la collaborazione di Stefano Bonnini, docente di statistica al dipartimento di Economia e Management dell’Università di Ferrara, che seguirà anche il lavoro finale di elaborazione dei dati raccolti.

“È la prima azione promossa dalla rete dei Comitati unici di garanzia – ha detto Annalisa Felletti -, che tra i compiti ha propriamente quello di vigilare sul benessere nei luoghi di lavoro, oltre a vigilare sulla prevenzione del disagio lavorativo”. Per Roberta Russo, presidente Cug dell’Università di Ferrara e del comitato di coordinamento dell’omonima rete provinciale, “si tratta di una rilevazione che non dovrà rimanere sulla carta – ha precisato – ma avere finalità operative per poter mettere in campo azioni concrete di miglioramento in uffici e servizi della pubblica amministrazione”.

Quindi non un semplice adempimento, come ribadito da Linda Binelli, ma una vera e propria indagine destinata a produrre risultati interessanti per la rete Cug. Un questionario semplice e chiaro, suddiviso in cinque sezioni e che si conclude con un’area in cui l’intervistato può esprimere cosa e come si può migliorare l’organizzazione lavorativa.

Quindi i dipendenti pubblici del territorio provinciale saranno coinvolti per esprimere non solo ciò che è percepito, ma anche gli eventuali suggerimenti di miglioramento. “Un’occasione importante anche per noi – ha aggiunto Emanuela Fede della Camera di Commercio di Ferrara e Ravenna – specie per essere stati recentemente interessati da un importante processo di fusione di due Camere di Commercio”.

Operativamente, ha poi spiegato Chiara Sapigni (vicepresidente della rete Cug), il questionario è stato messo a punto e condiviso con le oltre trenta pubbliche amministrazioni territoriali che hanno aderito alla rete. Prossima e imminente tappa è verificare se tutte daranno l’ok alla somministrazione delle domande, le cui risposte saranno raccolte rigorosamente in forma anonima e facoltativa, per dare così lo start all’iniziativa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rete Cug, presentato il questionario per misurare il benessere lavorativo
FerraraToday è in caricamento