rotate-mobile
Sanità

'Cittadella San Rocco', superati i 12mila accessi al Centro assistenza urgenza

Nella scorsa giornata di venerdì 15 marzo, si è svolta una visita istituzionale alla Casa della comunità

"La prossimità è al centro della nostra filosofia, che si declina, ad esempio, nella presa in carico di pazienti oncologici e della pneumologia territoriale presso Cittadella San Rocco, nel Centro assistenza urgenza, attivo da settembre 2022 e da febbraio aperto tutti i giorni 24 ore su 24 e nel continuo potenziamento e implementazione di attività dell'Infermiere di famiglia e comunità, riferimento vicino alla popolazione e ai professionisti che assicurano l'assistenza territoriale". A parlare è Monica Calamai, direttrice generale dell'Ausl, illustrando il modello organizzativo adottato per la provincia di Ferrara, in particolare nella Casa della comunità di corso Giovecca.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Nella scorsa giornata di venerdì 15 marzo, si è infatti svolta una visita alla Casa della comunità 'Cittadella San Rocco'. "Un sopralluogo – ha commentato Cristina Coletti, assessora comunale alle Politiche sociali a margine della visita – che ha permesso di cogliere nella loro complessità e specificità le attività realizzate in questi anni all'interno della struttura e che hanno migliorato il rapporto tra cittadini e servizi. Non solo servizi integrati tra sanitario e socio-sanitario, bensì un modello di condivisione di attività e iniziative pensate per il cittadino". 

La direttrice generale Calamai ha aggiunto che "la sinergia con il Comune di Ferrara consente il miglioramento dei servizi e dei percorsi per i cittadini". Le due istituzioni sono già al lavoro, anche per potenziare le cellule Ifec in città, con l'individuazione di nuovi spazi dedicati a ospitare gli infermieri di prossimità e garantire risposte sempre più puntuali e tempestive alla cittadinanza. La visita alla Casa della comunità ha permesso di parlare con i professionisti del Centro assistenza urgenza, per il quale si stima oggi un numero annuo di 14mila accessi. 

Prestazioni Cau-fasce di apertura

Il recente ampliamento della fascia oraria, a partire dal 5 febbraio il servizio è aperto h24 da lunedì alla domenica, si è resa necessario proprio per venire incontro alle esigenze della popolazione sulla base dell'incremento dei dati di attività con una media di 45 pazienti al giorno, tutt'oggi in aumento. La delegazione composta, oltre che da Calamai e Coletti, anche da Marika Colombi, direttrice assistenziale aziendale, Giovanni Peressotti, direttore del dipartimento tecnico e delle tecnologie sanitarie e il suo staff tecnico, Michela Trapella, responsabile organizzativa della Cittadella San Rocco, Margherita Spatola, dirigente dellla professioni sanitarie dell'Area infermieristica, e Carlotta Serenelli, dirigente medico delle Cure primarie, ha proseguito la visita ai servizi di Oncologia e Pneumologia territoriale. 

Prestazioni Cau di diagnostica erogate

Qui si è fatto il punto sull'attività del progetto 'On Connect', partito alcuni mesi fa, che dall'avvio ha consentito finora la presa in carico di 53 pazienti. Attività così articolata: nell'ottobre 2023 2 sedute in 4 giornate; nel novembre del 2023 4 sedute in 9 giornate; nel dicembre del 2023 4 sedute in 8 giornate; nel gennaio del 2024 4 sedute in 8 giornate; nel febbraio del 2024 4 sedute in 9 giornate; finoa all'8 marzo scorso 2 sedute in 4 giornate. Il sopralluogo è proseguito al centro di Dialisi, situato in Cittadella e coinvolto in un progetto riorganizzativo, con un momento di incontro con il personale Ausl ed Aosp che qui opera, per concludersi al dipartimento di Cure primarie per un'analisi dettagliata di tutti gli interventi, i progetti e le riqualificazioni in corso nella Casa della comunità 'Cittadella San Rocco'.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Cittadella San Rocco', superati i 12mila accessi al Centro assistenza urgenza

FerraraToday è in caricamento