rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Lavori / Via Modena-Cassana-Porotto / Via Ladino

Cippo ai Martiri partigiani, previsto il trasferimento all'interno dell'area verde

Al posto del monumento sorgerà la nuova mensa della scuola 'Franceschini'

Il Cippo dedicato ai Martiri partigiani di via Ladino, presente a Porotto, sarà fra le opere di valorizzazione dei punti commemorativi presenti a Ferrara. E', infatti, in programma lunedì 29 gennaio lo spostamento del monumento che rimarrà sempre all'interno dello stesso parco, ma verrà maggiormente valorizzato attraverso l'inserimento nell'area verde a fianco della scuola primaria 'Franceschini', punto di riferimento per la comunità della frazione. 

Il Cippo monumentale è dedicato alla memoria di Cesare, Egidio e Renzo Artioli, Ugo Costa, Luciano Gualandi, Giorgio Malaguti, Dino Manfredini, Giancarlo Massarenti, Tonino Pivelli e Quinto Rossi, dieci giovani di diverse ideologie politiche, uniti però dal comune sentimento antifascista. Furono brutalmente uccisi durante la seconda guerra mondiale: tre il 25 marzo 1945 e sette il 21 aprile, due giorni prima della liberazione di Ferrara dall'occupazione nazifascista. I lavori di traslazione e ricollocamento del Cippo ai Martiri partigiani nell'area verde limitrofa saranno eseguiti dalla ditta specializzata Et Costruzioni. 

Dove finora era stato apposto il Cippo commemorativo, ovvero nello spazio verde a forma triangolare vicino alla scuola 'Franceschini' di Porotto, partirà a stretto giro il cantiere per la costruzione di una nuova mensa scolastica, che amplierà i servizi offerti alle famiglie degli alunni. La conclusione dei lavori è prevista entro il prossimo mese di settembre, in modo che la mensa sia attiva già da inizio anno scolastico. "L'opzione di estendere il giardino con una nuova mensa - ha spiegato l'assessore comunale ai Lavori pubblici Andrea Maggi - offre l'opportunità di progettare diversamente e valorizzare questo importante punto della frazione di Porotto, dando così una nuova forma all'intero complesso scolastico. Da qui la volontà di spostare il Cippo ai Martiri partigiani nell'area verde adiacente e di annettere uno spazio verde triangolare, attualmente occupato dal Cippo, al giardino della scuola".

L'assessora comunale alla Pubblica istruzione Dorota Kusiak ha aggiunto che "attualmente la scuola primaria offre il servizio mensa utilizzando e adattando nel corso del tempo un'ex aula come spazio di distribuzione e consumo pasti. Il nuovo edificio ospiterà 87 posti organizzati su due turni di refezione (174 in totale, ripartiti in 161 bambini e 13 adulti) e sarà una costruzione altamente sostenibile sia dal punto di vista ambientale che energetico. Grazie alle ampie vetrate che caratterizzano i lati lunghi del refettorio, i bambini potranno mangiare come se fossero idealmente all'aperto. E' stata inoltre data particolare attenzione alla sicurezza dei bambini e delle famiglie in accesso alla scuola, durante tutte le fasi del cantiere".

Il fabbricato non sorgerà immerso tra gli alberi, ma consentirà risparmi economici nella sua futura gestione e manutenzione attraverso i materiali utilizzati e i pannelli fotovoltaici in copertura. Saranno inoltre preservati gli alberi esistenti nel giardino rendendoli parte integrante del progetto stesso. I lavori saranno realizzati da Arte Casa Immobiliare Srl.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cippo ai Martiri partigiani, previsto il trasferimento all'interno dell'area verde

FerraraToday è in caricamento