rotate-mobile
Lavori pubblici / Centro Storico / Corso Porta Reno

Chiesa di San Paolo, conclusi gli interventi di restauro

L'inaugurazione solenne è prevista nella mattina di sabato 27 aprile

Una giornata di festa è in programma sabato 27 aprile, alle 10, per la riapertura della Chiesa di San Paolo. L'edificio storico in piazzetta Schiatti, all'angolo di corso Porta Reno, verrà infatti restituita alla città dopo un lungo cantiere e una condizione che l'aveva resa pressoché inaccessibile dal 2007, con un ulteriore aggravio causato dal terremoto del 2012. 

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Le opere, avviate nel 2021, hanno compreso interventi di riqualificazione funzionale, conservativa e di restauro di natura statica, strutturale e di tecnologia dei materiali e degli impianti, con speciale attenzione alle preziose superfici architettoniche. Ad annunciarlo è l'assessore comunale ai Lavori pubblici Andrea Maggi, in vista dell'inaugurazione solenne della chiesa.

L'intervento ha riguardato diverse questioni propriamente funzionali, conservative e di restauro, di natura statica, strutturale e di tecnologia dei materiali e degli impianti, con speciale attenzione alle preziose superfici architettoniche, ai problemi di penetrazione delle acque meteoriche, di umidità di risalita capillare e di smaltimento delle acque piovane e reflue. Per quanto riguarda gli aspetti relativi al miglioramento sismico, sono stati effettuati interventi prevalentemente di tipo locale su porzioni limitate delle strutture, soprattutto del tetto e sottotetto, in modo tale da consentire di aumentarne la rigidezza, la resistenza e la duttilità, ove strettamente necessario, senza tuttavia modificare lo schema strutturale globale o sacrificare la consistenza architettonica del manufatto, in pieno accordo con i principi base del restauro.

Al fine di garantire la migliore qualità architettonica, è stata effettuata una ridistribuzione degli spazi interni e di servizio, un accurato impianto illuminotecnico interno ed esterno alla chiesa e una riorganizzazione dello spazio urbano adiacente. La definizione degli ambienti interni è stata realizzata tenendo in particolare cura il tema dell'accessibilità delle persone con disabilità in accordo con le Linee guida per il superamento delle barriere architettoniche nei luoghi di interesse culturale del Ministero della Cultura. Il nuovo impianto di illuminazione permette di rendere pienamente fruibili, anche attraverso la luce, i luoghi sia per il culto sia per la valorizzazione degli aspetti storico-artistici, in armonia con l'intervento di restauro.

E' stato realizzato, in adiacenza alla chiesa e su corso Porta Reno, un sistema di rampe per il raggiungimento delle differenti quote di ingresso alla chiesa stessa e alla sagrestia, integrato con una nuova pavimentazione disegnata secondo una gerarchizzazione degli spazi e con una nuova edizione dello spazio esterno. Un modo per restituire alla città un rinnovato luogo pubblico di raccordo tra la piazzetta Alberto Schiatti e corso Porta Reno. 

Gli interventi di restauro hanno riguardato tutte le superfici decorate all'interno della chiesa e i materiali esterni come i portali lapidei e le cornici. All'interno sono stati realizzati nuovi servizi igienici sia per il parroco che per i visitatori. La sostituzione del vetro degli infissi ha notevolmente migliorato l'illuminazione naturale interna e trasformato gli ambienti da molto bui a estremamente luminosi. L'Importo del finanziamento è 3.806.250 euro complessivi, di cui 3 milioni di euro  di finanziamento 'Ducato Estense' e 806.250 euro di fondi Rer sisma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiesa di San Paolo, conclusi gli interventi di restauro

FerraraToday è in caricamento