rotate-mobile
Sanità / Portomaggiore

Centro assistenza urgenza di Portomaggiore, al via l'apertura h12

Sono più di 550 le persone che finora si sono recate alla struttura

Da lunedì 12 febbraio, il Centro assistenza Uugenza attivo alla Casa della Comunità di Portomaggiore-Ostellato sarà aperto h12, tutti i giorni dalle 8 alle 20. L'ampliamento della fascia oraria di apertura del Cau portuense, finora in funzione fino alle 14, rappresenta un potenziamento del servizio per venire incontro alle esigenze della popolazione che può trovare nella struttura la risposta a bisogni di salute urgenti, ma non gravi.

Con questa estensione, il Centro assistenza urgenza di Portomaggiore si adegua agli orari attivati per le altre analoghe strutture presenti nella provincia ferrarese, ovvero a Comacchio da marzo del 2023, e a Copparo da luglio del 2023. Dal 5 febbraio scorso, il Cau di Ferrara è invece operativo 24 ore su 24. Un servizio sempre più conosciuto dai cittadini per fornire una risposta più veloce e vicina a coloro che necessitano di interventi sanitari a bassa intensità clinica, senza doversi recare al Pronto soccorso.

Dal giorno di apertura, il 13 novembre del 2023, dal lunedì al sabato, e poi dal 3 dicembre ampliato 7 giorni su 7, a oggi sono più di 550 le persone che si sono recate al Cau portuense, con una media di 10 pazienti al giorno. Il servizio fa parte della più ampia riorganizzazione delle cure primarie territoriali e del sistema di emergenza-urgenza messa a punto dalla Regione Emilia-Romagna per rispondere alla gran parte dei bisogni e delle urgenze a bassa complessità clinica e assistenziale, sgravando così i Pronto soccorso, dove far confluire solo i casi più gravi. Una riorganizzazione della sanità sul territorio che a Ferrara è partita da oltre un anno all'interno di un progetto complessivo di Ausl e Azienda ospedaliera universitaria di Ferrara.

La struttura effettua prestazioni e assistenza ai cittadini che necessitano di una rapida e appropriata risposta nell'area delle cure primarie, in integrazione all'attività svolta dal medico di medicina generale e dal servizio di Continuità assistenziale. Non è un Pronto soccorso e nemmeno un Punto di primo intervento, così come non è prevista assistenza pediatrica e ginecologica. Si occupa della presa in carico di problemi sanitari di carattere acuto, ma di modesta entità. I cosiddetti codici minori, che necessitano di un inquadramento diagnostico e relativo trattamento in tempi rapidi: ad esempio manifestazioni dolorose non risolte con i farmaci di uso comune come dolore articolare o muscolare, febbre, ferite superficiali, manifestazioni cutanee, medicazioni e altre prestazioni infermieristiche.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro assistenza urgenza di Portomaggiore, al via l'apertura h12

FerraraToday è in caricamento