rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Storia

'Casa Biagio Rossetti', convenzione tra Comune e Unife per i rilievi dell'edificio storico con moderne tecnologie

Uno studio del dipartimento di Architettura consentirà una rappresentazione digitale integrata del palazzo

'Casa Biagio Rossetti' sarà protagonista di uno studio architettonico con moderne metodologie, per arricchire le informazioni sull'edificio comunale, in funzione di una sua valorizzazione. A realizzarlo sarà il dipartimento di Architettura dell'Università che, con il proprio Centro Diaprem (Sviluppo di procedure integrate automatiche per il restauro dei monumenti) è impegnato nello sviluppo e nell'applicazione di nuove tecniche di analisi, rilievo digitale integrato, documentazione e analisi critico-interpretative applicate al patrimonio, per la diffusione di una cultura della tutela e del restauro dei beni monumentali.

In particolare, il 'contratto non oneroso di ricerca' approvato martedì dalla Giunta, su proposta dell'assessore ai Lavori pubblici Andrea Maggi, e che sarà sottoscritto da Comune e Unife, prevede da parte dell'ateneo il rilievo dell'immobile restituito graficamente in piante, sezioni, prospetti, elementi di dettaglio.

"Un accordo - spiega l'assessore Maggi - che mette insieme da una parte l'attività di ricerca scientifica e di didattica dell'ateneo, in questo caso del prestigioso Diaprem, e dall'altro la possibilità per il Comune di disporre di una rappresentazione digitale integrata di un palazzo storico importante come la Casa di Biagio Rossetti, straordinario orgoglio ferrarese a cui Architettura è intitolata".

La finalità è infatti di avere a disposizione elaborati a supporto di eventuali strategie di valorizzazione dell'edificio di via XX Settembre, basate anche sulla divulgazione della conoscenza di questo patrimonio storico-architettonico e delle attività ospitate al suo interno.

Alla base dell'accordo, non oneroso, fra i due enti vi è la comune volontà di collaborare per favorire lo sviluppo della cultura della conoscenza, della documentazione e della valorizzazione del patrimonio architettonico, anche attraverso specifici corsi universitari e tesi di laurea e con la formazione di giovani professionisti aperti alle problematiche della tutela e competenti nell'uso delle nuove metodologie di rilievo e documentazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Casa Biagio Rossetti', convenzione tra Comune e Unife per i rilievi dell'edificio storico con moderne tecnologie

FerraraToday è in caricamento