rotate-mobile
La visita

Carabinieri, il generale Zuccher visita Comando provinciale e Stazione nel territorio

Nella mattina, l'alto ufficiale ha consegnato alcuni attestati a militari distinti in servizio

Il comandante della Legione carabinieri 'Emilia Romagna' Massimo Zuccher ha visitato, nel corso della mattina di martedì 21 maggio, il Comando provinciale di Ferrara.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Al suo arrivo nella caserma 'Della Sala, il generale è stato ricevuto dal comandante provinciale Alessandro Di Stefano, e ha incontrato gli ufficiali, i comandanti dei Nuclei operativi e radiomobile nonché una rappresentanza di militari delle cinque Compagnie della provincia. Il generale Zuccher, dopo aver ringraziato i carabinieri presenti per la dedizione quotidianamente profusa nello svolgimento del servizio, ha consegnato alcuni attestati a militari che si sono particolarmente distinti in recenti attività di polizia giudiziaria. 

Visita del generale Zuccher

Il comandante della Legione 'Emilia Romagna' ha poi visitato la Stazione dei carabinieri di Tresignana, recentemente restituita alla sua sede storica di piazza Italia 32, per esprimere la propria vicinanza ai militari che vengono impiegati tutti i giorni nei servizi a favore del cittadino, evidenziando la necessità di continuare a garantire l'importante lavoro di prossimità e vicinanza alla popolazione, attraverso un dialogo costante con i cittadini, rimarcandone la centralità rivestita nella missione istituzionale dell'Arma.

Nel corso della visita, l'alto ufficiale si è intrattenuto con il comandante della Stazione Domenico Fiore e con gli altri militari del reparto, rivolgendo loro parole di apprezzamento per i risultati conseguiti, soffermandosi principalmente sulla centralità del servizio per il cittadino e infine sottolineando i valori di fedeltà, professionalità e giustizia su cui si fonda l'Arma dei carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carabinieri, il generale Zuccher visita Comando provinciale e Stazione nel territorio

FerraraToday è in caricamento