rotate-mobile
Ambiente

Car sharing, 40mila euro di 'ricarica' per aziende e dipendenti della piccola media industria

Il servizio fa capo a Tper che, tramite Sipro, stipula le convenzioni con le realtà produttive

Car sharing in partenza nell'area delle piccole e medie imprese, con l'obiettivo successivo di allargarsi ad altre parti del territorio. Un'iniziativa promossa, mettendo a disposizione da qui al prossimo 31 dicembre 40mila euro di 'ricarica' gratis per i dipendenti delle aziende che vorranno sperimentare l'utilizzo di auto elettriche del servizio Corrente, che fa capo a Tper. Il progetto è stato presentato venerdì 22 settembre, in casa Faster, azienda dell'area che per prima ha deciso di stipulare una convenzione a beneficio dei propri dipendenti. 

Semplicissima la filiera: il progetto rientra in Air Break, programma Urban Innovative Action, con lead partner il Comune di Ferrara e partner Sipro, per la diffusione della mobilità sostenibile. Il servizio fa capo a Tper, che tramite Sipro stipula le convenzioni con le realtà produttive, che daranno i voucher ai dipendenti che ne faranno richiesta. Altrettanto semplice è l'utilizzo. Il lavoratore, infatti, prenota il mezzo attraverso l'App, lo sceglie in base alle esigenze di spostamento, ovviamente già carico, lo recupera e lo lascia nell'area di riferimento. 

In sintesi, deve solo mettersi al volante. E venerdì, in Faster, si respirava un clima di grande soddisfazione. E' stato l'assessore comunale all'Ambiente Alessandro Balboni a declinare i vantaggi dell'operazione. "Sperimentare azioni innovative per migliorare l'ambiente e la vivibilità della nostra città; incoraggiare soluzioni che fanno bene all'aria fornendo un servizio a lavoratori e imprese; diminuire l'inquinamento", ha spiegato Balboni. Indispensabili i mesi di sperimentazione, secondo Piero Lodi, responsabile Comunicazione e rapporti esterni Tper, "per superare il pregiudizio ancora esistente verso i mezzi elettrici e per integrare il servizio pubblico col car sharing". 

L'energia utilizzata proviene da fonti rinnovabili. Parole confermate da Stefano di Brindisi, amministratore unico di Sipro, che ha posto l'accento anche sul risparmio economico degli utenti e su "una nuova forma di pendolarismo". Buone prassi che potrebbero e dovrebbero, negli auspici dei fautori, consolidarsi. Ha espresso fiducia anche il responsabile dello stabilimento Marco Benfenati, confermando la disponibilità dei colleghi che, dopo la presentazione ufficiale, hanno provato le macchine messe a disposizione. Per informazioni, occorre contattare telefonicamente il numero 0532 243484.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Car sharing, 40mila euro di 'ricarica' per aziende e dipendenti della piccola media industria

FerraraToday è in caricamento