rotate-mobile
Gastronomia

Marchio Deco, il bilancio di tre anni: "Riconosciute sei specialità"

Dalla tenerina al pasticcio, passando per il pane e il brazadlin: l'elenco completo

Sei specialità in tre anni. E’ questo, in sintesi, il resoconto del marchio Deco (denominazione comunale) che, nell’arco degli ultimi 36 mesi, ha visto l’inserimento nell’elenco di sei specialità della produzione gastronomica ferrarese.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Le 6 specialità

Si tratta, nello specifico, del brazadlìn (biscotto casereccio la cui storia è stata ricostruita dagli studenti dell'Istituto Vergani), dei Mandurlìn dal Pont documentati dalla Pro loco di Pontelagoscuro, del pane ferrarese (declinato in coppia, mezza coppia o panino con una ricerca a cura dell'Istituto Vergani), della Ricciola ferrarese, della Tenerina di cioccolato documentate da studio della Strada dei Vini e dei Sapori e, infine, del pasticcio di maccheroni affidato alla ricerca storica della Pro loco di Ferrara.

L’assessore

“E’ stato un lungo percorso - ha spiegato l'assessore alle Attività produttive, Angela Travagli - che ha visto una collaborazione molto ampia e contributi preziosi dalle tante parti della città qui rappresentate. Il marchio Deco è frutto di una legge statale degli anni Novanta: abbiamo iniziato realizzando un regolamento, poi un logo per Ferrara (adesso a disposizione delle attività produttive e commerciali), i registri, i disciplinari e una Commissione che veglia sui disciplinari".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marchio Deco, il bilancio di tre anni: "Riconosciute sei specialità"

FerraraToday è in caricamento