rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Amministrazione / Tresignana

Tresignana, approvato il bilancio di previsione 2024-2026: tutte le voci

Dalla scuola all'Imu, dai trasporti ai passi carrai: il dettaglio dei capitoli

Approvato a maggioranza il Bilancio di previsione 2024-2026 del Comune di Tresignana. Ad illustrare il documento di programmazione è stato il sindaco Laura Perelli che ha posto l’accento su un importante aspetto: quello della tassazione locale, che resterà calmierata, anche per il 2024, grazie ai contributi straordinari per la fusione.

Casa e bollette

Rimarranno infatti invariate le aliquote Imu, quindi ridotte rispetto a quelle che erano vigenti nei due Comuni estinti di Formignana e Tresigallo, così come le misure di esenzione e di detrazione. Ad aggiungersi quest’anno vi sarà la misura ‘Patto per la casa’, azione cui il Comune intende aderire e che punta all’ampliamento dell’offerta degli alloggi in locazione a canoni calmierati in collaborazione con Acer e con la Regione Emilia Romagna.

Passi carrai

Il Bilancio contempla, inoltre, l’esenzione del pagamento dei passi carrai attuata dal 2020, e una riduzione dell’aliquota Irpef dallo 0,8 al 0,7%: “Gli sgravi sulla tassazione locale – spiega la prima cittadina, Laura Perelli –, che comportano una riduzione annua di oltre 400 mila euro dell’imposizione fiscale per le famiglie, sono resi possibili grazie ai contributi straordinari della fusione che ci consentono di colmare le minori entrate per il Comune”.

Servizi

Sempre in favore delle famiglie del territorio, non subiranno aumenti le tariffe sui servizi scolastici, quali trasporto e refezione, e le rette per gli asili nido che, per le fasce di reddito individuate, saranno interamente abbattute attraverso l’adesione al progetto ‘Al nido con la Regione’.

Trasporti scolastici

Anche il mantenimento delle tariffe inalterate sui servizi a domanda individuale è reso possibile grazie ai contributi straordinari per la fusione, nonostante l’incremento di costi di alcuni servizi in appalto per il 2024: ad esempio, il servizio di trasporto scolastico, per il quale sono stati stanziati 215mila euro, a fronte di un’entrata di 15mila euro; il servizio di refezione scolastica, per il quale sono stati stanziati 200mila euro (rispetto ai 186mila euro del 2023) a fronte di un’entrata prevista di circa 80mila euro; per la gestione dei nidi comunali sono stati stanziati 270mila euro (rispetto ai 242mila euro del 2023).

Centri estivi

Previsti anche gli stanziamenti per l’integrazione scolastica che vanno a coprire interamente le necessità degli alunni dell’Istituto comprensivo ‘Don Chendi’ (92mila euro), i trasferimenti agli istituti superiori per i progetti Tutor, gli stanziamenti per il trasporto di alunni con disabilità, interamente gratuito per le famiglie (48mila euro), per i centri ricreativi estivi (30mila euro) e per la convenzione con le scuole materne paritarie (34mila euro).

Unione ‘Terre e Fiumi’

Nell’ambito dell’Unione ‘Terre e Fiumi’, sono previsti 414mila euro di trasferimenti all’Azienda speciale Servizi alla Persona (Assp), in aumento rispetto ai 385mila euro previsti nel 2023, e 535mila euro per i servizi generali trasferiti. Garantite anche le importanti risorse a sostegno dell’associazionismo locale per un importo di oltre 100mila euro così suddiviso: per le associazioni culturali sono stati stanziati 40mila euro, per le associazioni che si occupano di promozione del territorio 28mila euro, per le associazioni sportive 40mila euro; sono stati anche confermati gli stanziamenti per le Borse di studio dedicate agli studenti meritevoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tresignana, approvato il bilancio di previsione 2024-2026: tutte le voci

FerraraToday è in caricamento