rotate-mobile
Amministrazione / Copparo

Il bilancio di previsione arriva in Consiglio: "Nessun aumento per i cittadini"

Il vicesindaco commenta la manovra. Dagli investimenti alle tasse, tutti i dettagli

L’approvazione del Bilancio di previsione 2024-2026 sarà al centro del Consiglio comunale convocato in seduta ordinaria mercoledì 27, alle 21, in videoconferenza e in diretta streaming sulla pagina YouTube del Comune di Copparo.

No al rialzo delle aliquote

“La linea ferma di questa amministrazione è di non mettere le mani nelle tasche dei cittadini – spiega il vicesindaco, Simone Grandi -. In questa direzione abbiamo deciso di non alzare le aliquote e le addizionali e di non apportare alcun aumento alle tariffe ai servizi a domanda individuale. In estrema sintesi, come accaduto anche l'anno scorso, i cittadini non hanno subito la mannaia dell'inflazione: l’ente ha assorbito anche per il prossimo 2024 l'incremento che avrebbe pesato sulla collettività”.

Niente aumenti dell’Imu

Non sono dunque previsti aumenti delle aliquote Imu. “Abbiamo anzi recepito due azioni: – anticipa Grandi – l’adesione al Patto per la Casa, un programma regionale sperimentale per calmierare gli affitti e aumentare gli immobili disponibili, con aliquota 7,5 per mille, e inoltre la riduzione dell’aliquota per edifici strumentali rurali dal 10,2 al 8 per mille, che possa andare incontro ai nostri agricoltori in questo complesso momento”.

Programma investimenti

Il programma triennale degli investimenti cuba sette milioni di euro. “Contempla l'importante azione amministrativa tra Pnrr, lavori e manutenzione del patrimonio municipale – riferisce il vicesindaco -. Abbiamo previsto altri 900mila euro di asfaltature delle strade comunali, rispetto alle quali abbiamo già eseguito interventi pari a 2.070.000 euro, quindi 250mila per il progetto di videosorveglianza e 300mila euro sul triennio per un progetto si manutenzione e tutela del verde pubblico”.

Rivitalizzazione del territorio

Il Bilancio 2024 conferma tutte le attività, gli eventi, le collaborazioni e le convenzioni che hanno promosso la crescita del territorio. “Andiamo avanti – rimarca - con il risanamento del territorio e la sua rivitalizzazione post pandemica, con gli obiettivi di partecipazione e di inclusione nel capoluogo, nelle frazioni e nei nostri luoghi simbolo, da Villa Mensa a San Venanzio, dal Teatro De Micheli al centro storico, passando attraverso le strutture sportive, senza alcun incremento di costo o tassazione e con una gestione attenta e oculata delle risorse che ci sono state assegnate e che i cittadini versano”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il bilancio di previsione arriva in Consiglio: "Nessun aumento per i cittadini"

FerraraToday è in caricamento