rotate-mobile
Università

Formazione di talenti, a Unife un contributo regionale di 780mila euro

Ateneo premiato insieme ad altre realtà dell'Emilia Romagna, compresi conservatori e accademie

Una terra che forma talenti, li trattiene, li attrae e li accompagna nel mercato del lavoro. La Regione Emilia-Romagna prosegue il percorso di attuazione della legge regionale 2 del 2023 che riguarda, appunto, l’attrazione, la permanenza e la valorizzazione dei talenti. In tal senso, la Giunta regionale ha approvato una delibera che finanzia con oltre 5,2 milioni di euro interventi e servizi di accompagnamento al lavoro a favore di Atenei e Istituti per l’alta formazione artistica, musicale e coreutica.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

I vincitori

Sono complessivamente 11 i progetti degli istituti che hanno risposto al bando regionale e che sono stati tutti approvati: a Piacenza l’Università Cattolica (270mila euro), il Politecnico di Milano (266mila) e il Conservatorio ‘Giuseppe Nicolini’ (110mila); le Università di Parma, Modena-Reggio Emilia e Ferrara ricevono 780mila euro l’uno e il Conservatorio di musica Vecchi-Tonelli di Modena 90mila euro.

A Bologna sono finanziati i progetti dell’Alma Mater (1,7 milioni di euro) e dell’Accademia di Belle Arti (268mila euro). A Ravenna infine vanno 90mila euro ciascuno per l’Istituto superiore di studi musicali Giuseppe Verdi e per l’Accademia di Belle Arti. Le attività che saranno finanziate prevedono strumenti di informazione che consentano di illustrare le vocazioni occupazionali e produttive dei territori, come anche la promozione delle opportunità di carriera e professionali offerte dal sistema produttivo locale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Formazione di talenti, a Unife un contributo regionale di 780mila euro

FerraraToday è in caricamento