rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Agricoltura

Contributo per le assicurazioni più basso, Cia: "Si toglie reddito alle aziende"

L'organizzazione degli agricoltori commenta la recente scelta del governo

“Il decreto ministeriale del Masaf che abbassa la percentuale del contributo per la stipula delle polizze agevolate, porterà le aziende agricole a non assicurarsi perché semplicemente non potranno più permettersi di sostenere i costi”. Commenta così Massimo Piva, vicepresidente di Cia-Agricoltori Ferrara, la pubblicazione della norma che porta l’aliquota agevolata per le assicurazioni agricole dal 70% al 40%. 

L’approvazione del decreto è arrivata dopo che l’intero sistema Cia si era mobilitato: il presidente nazionale, Cristiano Fini, aveva infatti inviato una lettera al Ministro dell'Agricoltura, Francesco Lollobrigida, la sua preoccupazione per il mancato stanziamento delle risorse necessarie e una riduzione dell’aliquota prevista.

“Trovo gravissimo – continua Piva – che con questi cambiamenti climatici in atto venga fatta una scelta completamente in ‘controtendenza’. Nel ferrarese molte aziende agricole hanno subito fino a sette grandinate in poche settimane, per non parlare delle gelate e dell’eccesso di pioggia. Se non ci fosse stato lo strumento assicurativo a parziale garanzia del reddito, la situazione sarebbe ancore peggiore. Quest’anno il rischio sarà, invece, quasi totalmente a carico delle aziende perché le polizze, già onerose con il contributo del 70%, diventeranno veramente proibitive”.

“La norma lascia uno spiraglio – conclude - e come associazione lavoreremo proprio per ottenere quelle riassegnazioni che potrebbero fare la differenza tra la tenuta dell’agricoltura del nostro territorio e il progressivo abbandono di altre importanti patrimoni agricoli”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contributo per le assicurazioni più basso, Cia: "Si toglie reddito alle aziende"

FerraraToday è in caricamento