rotate-mobile
Politica

Segreteria comunale del Pd, Talmelli si ricandida: "Voglio completare il lavoro"

Al centro il tema dell'assistenza sociale e sanitaria, come la vicinanza alla nuova classe dirigente

Talmelli si ricandida. Si è tenuta venerdì sera l’assemblea comunale del Pd Ferrara che ha indetto il congresso approvando all'unanimità la proposta del segretario di aprire la votazione a tutti gli iscritti e le iscritte. Un percorso che terminerà il 5 novembre e che coinvolgerà tutti i circoli dell'unione comunale.

Dopo una prima introduzione di Giorgio Scalabrino Sasso, delegato ai rapporti con i partiti e movimenti per la segreteria comunale Pd, rispetto all’avanzamento del tavolo dell’alternativa per Ferrara e la relazione del segretario comunale Alessandro Talmelli, l’assemblea ha avuto un confronto proficuo.

In questo clima Talmelli ha annunciato la sua ricandidatura ringraziando per il supporto il segretario provinciale Nicola Minarelli e tutta la segreteria comunale che tre anni fa ha accettato di assumersi questa responsabilità.

“Sento la necessità di completare il lavoro iniziato 3 anni fa – ha affermato Talmelli -; serviranno fin da subito anche elementi tangibili e concreti di continuo miglioramento e rinnovamento. Sia passando per la scelta delle persone e la composizione degli organismi dirigenti, che in seguito al congresso verranno rivisti ed integrati con quel pezzo di partito e di società che 4 anni fa non era presente”.

Un congresso che, nonostante i tempi ridotti per mantenere il focus sulle elezioni amministrative 2024, vedrà una mozione che riesca a tenere vivo il pluralismo interno, non rinunciando però alla nettezza nelle posizioni, cogliendo soprattutto i temi che la segretaria nazionale Elly Schlein sta portando avanti.

“Lavoreremo su tutto, dalla transizione energetica a quella climatica, da quella digitale a quella generazionale – continua Talmelli -. Senza mai dimenticare che sarà sempre più urgente trovare la chiave di lettura per un’assistenza sia sociale che sanitaria vicina alle persone, per uno sviluppo che crei buona occupazione duratura nel tempo, sicura e di qualità, per un’amministrazione che ascolta i cittadini e le cittadine investendo sui percorsi di partecipazione piuttosto che decidere a dispetto della popolazione”.

Talmelli ha poi voluto fare un passaggio esplicito sul coinvolgimento della nuova classe dirigente del Pd che ha caratterizzato il lavoro della sua segreteria: “Ho l’ambizione di continuare ad accompagnare la nuova classe dirigente del Partito Democratico. Un lavoro appassionante, fatto di sere passate a parlare di politica con chi non l’ha mai fatta prima e che si è affacciato per la prima volta in questo ambito. Persone che non hanno appartenenze precedenti e che hanno scelto di cominciare il loro impegno politico con il Pd”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Segreteria comunale del Pd, Talmelli si ricandida: "Voglio completare il lavoro"

FerraraToday è in caricamento