rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Lavori pubblici / Centro Storico / Piazza Cortevecchia

Arrivano gli alberi in piazza Cortevecchia: "Riapertura entro fine marzo" - FOTO

Messi a dimora sedici platani nelle sette isole vegetali rialzate: tutti i dettagli

Sarà tagliato il nastro entro la fine del mese di marzo alla nuova piazza Cortevecchia, dove sono arrivati gli alberi e parte dell'arredo verde che darà il via alla fase conclusiva del progetto di riqualificazione. La nuova versione di via Cortevecchia si compone così di una pavimentazione in porfido con aree verdi rialzate, platani e 'tappeti' verdi in grado di adattarsi ai cambiamenti climatici.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Gli alberi messi a dimora nelle sette isole vegetali sono dei platani, una specie ampiamente utilizzata in ambito urbano, in particolare per ombreggiare piazze o viali, anche perché molto resistente all'inquinamento. Nello schema di posa delle nuove alberature viene ricercata un'ombra uniformemente distribuita, attraverso l'articolazione di più alberi affiancati e destinati a concorrere - caratteristica tipica del platano - ad un effetto di 'chioma unica'. Alcuni numeri: la piazza conterà 900 metri quadrati minimi di superfici ombreggiate, 1.470 metri quadrati di superficie drenante e 230 metri quadrati di nuove superfici verdi.

Alberi in piazza Cortevecchia

“L'obiettivo del bando del Ministero della Transizione Ecologica che ci siamo aggiudicati nel 2021 - ha spiegato l'assessore all’ambiente Alessandro Balboni - era quello di rendere la piazza resistente ai cambiamenti climatici,  capace quindi di adattarsi ai fenomeni delle bombe d'acqua e delle isole di calore. Lo strumento più efficace per contrastare i picchi di temperatura sono gli alberi, nello specifico anche nel contesto urbano. Non sono molte le piazze che, a poche centinaia di metri dal Duomo, hanno applicato delle strategie come questa. Un progetto che vuole essere un punto d'inizio, perché piazza Cortevecchia può diventare un sito pilota da applicare in altri punti della città, altrettanto critici, penso per esempio a piazza Travaglio”.

Le sette isole consentono la messa a dimora di 16 platani: “La sfida più grande è stata riuscire ad inserire alberature di questa grandezza in piccoli ‘vulcani’ – le parole del progettista Mario Assisi -, oltre a creare quella continuità con la pavimentazione che si rialza senza andare ad interferire con il sottosuolo. Un tema virtuoso è rappresentato inoltre dal sistema di raccolta di acqua piovana dagli edifici circostanti”. Sabato 16 marzo dalle 9.30 il progetto complessivo verrà presentato in un incontro aperto a tutta la cittadinanza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrivano gli alberi in piazza Cortevecchia: "Riapertura entro fine marzo" - FOTO

FerraraToday è in caricamento