rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Arte / Centro Storico / Corso Ercole I d'Este

'Achille Funi e le mostre all'estero del Novecento Italiano di Margherita Sarfatti' chiude il ciclo di incontri

L'ultimo appuntamento di approfondimento è con Daniela Ferrari, esperta di arte italiana del ventesimo e ventunesimo secolo

Volge al termine il ciclo di incontri che accompagna la mostra 'Achille Funi. Un maestro del Novecento tra storia e mito'. Giovedì 25 gennaio alle 17, nella Sala Rossetti di palazzo dei Diamanti l'ultimo appuntamento è con Daniela Ferrari, curatrice presso il Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto, esperta di arte italiana del ventesimo e ventunesimo secolo, nonché, dal 2007 responsabile presso il Mart della Collezione Vaf-Stiftung, con una conferenza dal titolo 'Achille Funi e le mostre all'estero del Novecento Italiano di Margherita Sarfatti'.

A partire dalla nascita di Novecento Italiano, verso la fine del 1922, Achille Funi sostiene il credo estetico di Margherita Sarfatti sia come pittore, attraverso le sue opere in linea con la moderna classicità promossa dalla studiosa, sia come organizzatore delle iniziative espositive da lei ideate e curate. Rispetto agli altri sei membri del gruppo – Bucci, Dudreville, Malerba, Marussig, Sironi e Oppi – Funi è colui che maggiormente rispecchia l'immagine del pittore moderno che sa guardare all'antico

La sua vasta cultura, formatasi sui classici fin dall'infanzia, gli conferisce l'immagine di artista saggio, paradigmatico, quasi un'incarnazione delle istanze sarfattiane. Queste istanze sono state veicolate nelle numerose mostre in Italia e all'estero con le quali Novecento Italiano ha diffuso uno stile, mostre di cui – attraverso le opere di Funi presentate – si ricostruiranno le tappe. L'entrata è libera fino a esaurimento dei posti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Achille Funi e le mostre all'estero del Novecento Italiano di Margherita Sarfatti' chiude il ciclo di incontri

FerraraToday è in caricamento