rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Istruzione

Fusione Aleotti-Dossi e Bachelet, la scelta non piace: è polemica

La questione coinvolge gli istituti, la Regione e la Provincia: tanti i 'no'

Due istituti accorpati, ma è polemica. La notizia dell’unione tra Aleotti-Dossi e Bachelet sta, infatti, avendo come conseguenza una serie di reazioni non propriamente favorevoli (tra cui i sindacati). In attesa che prenda vita la conferenza provinciale di coordinamento sull’accorpamento, i soggetti facente parte delle due scuole si dicono contrari.

Di fatto, l’unione viene vista come complicata per due aspetti: la distanza fisica delle strutture e la diversa natura di insegnamento. Si dovrebbe, in termini spiccioli, mettere sotto lo stesso tetto geometri, ragionieri e artisti (e si parla di oltre 1.500 ragazzi); nonché ‘asciugare’ due dirigenze in una soltanto. Ma non è solo il mondo della scuola ad essersi mosso.

Già, perché la questione è stata presa in considerazione anche da Flc Cgil, che nelle settimane passate aveva portato la vicenda al Tar (il giudizio è atteso per febbraio 2024), così come la Regione. Anche l’ente di viale Aldo Moro, infatti, aveva presentato ricorso alla Corte Costituzionale e al Tar contro la chiusura di una ventina di istituti sul territorio. Ricorsi, però, rigettati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fusione Aleotti-Dossi e Bachelet, la scelta non piace: è polemica

FerraraToday è in caricamento