rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Cinema

'80 Ossessione. Viaggio nel cinema ferrarese', un'esposizione per ricordare il capolavoro di Luchino Visconti

L'allestimento della mostra permanente, a cura di Luca Siano, è realizzato in collaborazione con Cinecittà Luce

Il taglio del nastro è previsto martedì 16 maggio alle 17, nelle sale del Consorzio Factory Grisù in via Mario Poledrelli 21. Titolo dell'esposizione è '80 Ossessione. Viaggio nel cinema ferrarese', la prima mostra permanente dedicata al capolavoro di Luchino Visconti e ai grandi film girati tra Ferrara e il Delta. L'allestimento, prodotto da Ferrara La Città del Cinema e curato da Luca Siano, è realizzato in collaborazione con Cinecittà Luce, sostenuto dal Comune di Ferrara, da Bper Banca e patrocinato dalla Provincia di Ferrara, dalla Regione Emilia-Romagna, dall'Istituto di storia contemporanea di Ferrara e dal Parco del Delta del Po.  

Saranno esposti una settantina di pezzi originali tra manifesti, locandine, fotobuste, soggettoni, foto e riviste dell'epoca. "Si tratta – ha spiegato l'ideatore Stefano Muroni, presidente di Ferrara La Città del Cinema – della prima mostra cinematografica permanente in Emilia-Romagna. Per la prima volta, si potrà ammirare l'intero corredo pubblicitario realizzato per 'Ossessione', film spartiacque nella storia del cinema mondiale, e di altre pellicole indimenticabili". Accanto alle immagini che ritraggono Massimo Girotti e Clara Calamai tra Ferrara e le sue campagne, infatti, i visitatori troveranno anche altre rare immagini di film girati sul territorio. Da 'Ossessione' si partirà per un viaggio nel tempo e nel cinema lungo cinquant'anni. Saranno esposti manifesti di film come 'Caccia tragica', 'Paisà', 'La donna del fiume', 'Il giardino dei Finzi Contini', 'Gli occhiali d’oro' e 'Al di là delle nuvole'. "Verrà anche proiettata in loop un'intervista al regista Giuliano Montaldo, realizzata proprio per l'occasione", ha aggiunto Muroni.   

La mostra è curata da Luca Siano, direttore artistico del Symeoni Festival, nonché fondatore dell'Archivio Sandro Simeoni. "Sarà un viaggio attraverso cinquant'anni di grande cinema italiano – ha sottolineato Siano – ma anche attraverso un Paese in evoluzione, con le sue storie, i suoi usi e i suoi costumi. Sarà un modo  per valorizzare una volta di più i cartellonisti, ovvero i cosiddetti pittori di cinema, e scoprire come dalla pittura si è passati alla fotocomposizione nel manifesto". Accanto a questa esposizione, sarà visitabile anche 'Vancini Manifesto', altra mostra permanente dedicata unicamente al regista ferrarese Florestano Vancini a cui è intitolata la Scuola d'arte cinematografica cittadina. '80 Ossessione. Viaggio nel cinema ferrarese' sarà inaugurata in concomitanza con la ricorrenza dell'uscita del film nelle sale, il 16 maggio 1943, e sarà anticipata alle 15 da una lezione tenuta dal regista Jonny Costantino e dalla storica Anna Maria Quarzi. L'allestimento sarà accompagnato anche da un sito creato ad hoc che consentirà di consultare i materiali presenti nelle sale, da diversi gadget a tema, e da un catalogo a tiratura limitata. L'ingresso è libero e gratuito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'80 Ossessione. Viaggio nel cinema ferrarese', un'esposizione per ricordare il capolavoro di Luchino Visconti

FerraraToday è in caricamento